thumbnail Ciao,

La crisi di liquidità delle banche spagnole potrebbe aiutare Marotta per arrivare al cileno. Intanto ieri l'ad ha incontrato l'agente del colombiano Claudio Vagheggi.

Il calciomercato riaprirà formalmente i battenti in estate, ma continua, incessante, nelle ultime settimane, il lavoro dell'amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta per rafforzare ulteriormente nella prossima stagione la rosa a disposizione del tecnico Antonio Conte.

Il reparto dove il dirigente bianconero ritiene occorrano i maggiori ritocchi è l'attacco, e in questo senso si sta muovendo già da un po' di tempo il club di Corso Galileo Ferraris. L'obiettivo numero è, come rivelato in esclusiva da Goal.com Italia, l'attaccante del Barcellona Alexis Sanchez.

In questo senso, secondo quanto riferito stamane dal quotidiano torinese 'Tuttosport', un aiuto alla società bianconera potrebbe arrivare dalla crisi economica che ha colpito le banche spagnole, cui i blaugrana sono legati a doppio filo.

Il club catalano, come il Real Madrid, conduce il mercato in collaborazione con alcuni istituti di credito che, considerata la congiuntura internazionale (generata nel giugno 2012 e ancora oggi attualissima), sono entrati in crisi di liquidità.

Secondo accreditate fonti spagnole, infatti, circa un anno fa i debiti del Barça si aggiravano sui 500 milioni di euro, un centinaio in meno rispetto a quello dei Blancos. E le banche legate ai destini catalani, dalla Santander alla Caixa, bussano ogni volta alla porta per battere cassa.

Per tenere alta la fiducia degli istituti di credito nei propri confronti il Barcellona ha così bisogno di introiti significativi dalle cessioni. In una sorte di circolo vizioso, insomma, i blaugrana chiedono fidi alle banche, le quali, a loro volta, rispondono di sì soltanto qualora il club vada incontro alle loro richieste.

Per questo è molto probabile che la prossima estate uno fra Alexis Sanchez o David Villa saluti la compagnia. Nonostante la minusvalenza, il presidente Rosell per l'attaccante cileno potrebbe accontentarsi di una proposta attorno ai 25 milioni di euro.

Intanto Marotta si muove anche sul mercato italiano. Come riferisce stamane 'Il Corriere dello Sport, infatti, ieri l'amministratore delegato bianconero ha incontrato a Vinovo Claudio Vagheggi, uno degli agenti del colombiano dell'Udinese Luis Muriel, cui la Vecchia Signora sta seriamente pensando come investimento per il futuro.

Vagheggi, che la scorsa estate ha piazzato in bianconero Asamoah e Isla, avrebbe parlato con Marotta proprio di Muriel, di cui cura gli interessi assieme a Helmut Wennin. In passato, del resto, il dirigente bianconero ha ammesso l'interesse per il giovane colombiano, in questi giorni in patria con la Nazionale del proprio Paese per le qualificazioni ai prossimi Mondiali.

La presenza di Vagheggi a Vinovo, insomma, testimonierebbe la corsia preferenziale fra il club friulano e la Juventus, anche se sul giovane colombiano i bianconeri dovranno battere la concorrenza del Napoli. L'eventuale arrivo di Muriel sarebbe comunque un colpo di prospettiva per Madama, nell'ottica di un rinnovamento colplessivo del reparto offensivo, e non pregiudicherebbe in alcun modo l'arrivo di un top player.

La quotazione di Muriel è già alta (si parla di 14 milioni di euro) ma in futuro è destinata a lievitare e di molto, se il ragazzo confermerà le qualità mostrate in questi primi anni in Italia. Marotta proverà dunque a sferrare l'assalto, magari inserendo nella trattativa alcune contropartite gradite ai friulani, quali Boakye e Marrone. In casa Juventus si sogna un'accoppiatta da favola, tutta sudamericana, Sanchez-Muriel.

Sullo stesso argomento