thumbnail Ciao,

Nelle ultime settimane si è parlato di un possibile ritorno di Ibrahimovic in Italia: "E' molto difficile. E' una questione di cifre".

E' reduce da un periodo non proprio prolifico che l'ha visto non segnare per alcune giornate, Edinson Cavani però, contro l'Atalanta è tornato a gonfiare la rete e, grazie alla doppietta contro i nerazzurri, ha consolidato la prima posizione in cima alla classifica dei marcatori della Serie A.

Il Matador, con ogni probabilità, sarà uno dei giocatori più corteggiati nella prossima finestra di mercato ma chi lo vorrà dovrà versare nelle casse del Napoli una somma davvero eccezionale.

Mino Raiola, intervistato ai microfoni di Radio Kiss Kiss, ha così commentato le voci relative al bomber partenopeo: "Se solo un pazzo spenderebbe i soldi della clausola rescissoria? Forse è vero, magari spendi una cifra esorbitante e poi ti ritrovi a dover fare i conti con un caso simile a quello di Torres. Il rendimento di un giocatore dipende sempre molto dalla squadra in cui milita. Certo con i 70 milioni di Cavani si potrebbe costruire un Napoli nuovo e da Scudetto".

Raiola ha spiegato cosa serve per vincere: "Non contano i soldi ma le scelte e l'appeal di una società. Il City ed il PSG sono i club più ricchi al mondo ma il Manchester non vincerà il campionato. Cavani è un esempio di ottima scelta al momento giusto, conta poi essere calmi fino alla fine e a Napoli questo è difficile".

Anche del futuro di Mazzarri si sta parlando molto: "Un tecnico resta finchè condivide le scelte della società, poi deve andarsene sennò si creano lotte interne che non fanno bene a nessuno. Non posso però dare giudizi su questa cosa".

Nelle ultime settimane si è parlato di un possibile ritorno di Ibrahimovic in Italia: "E' molto difficile. E' una questione di cifre, in Italia adesso si pagano ingaggi bassi e si punta sui giovani. Ibra ha un contratto con il PSG e comunque vedo difficile un ritorno in Italia".

Sullo stesso argomento