thumbnail Ciao,

L'allenatore di Bracciano paga con l'esonero l'ennesimo ko contro i friulani. Gli abruzzesi sono scivolati all'ultimo posto in classifica, a cinque lunghezze dalla salvezza.

Il tecnico del Pescara Cristiano Bergodi paga con l'esonero l'ennesima sconfitta interna degli abruzzesi contro l'Udinese. Con la squadra all'ultimo posto, il presidente Daniele Sebastiani ha infatti deciso di porre fine alla gestione dell'allenatore di Bracciano, subentrato in corsa alla guida della squadra dopo l'addio di Giovanni Stroppa.

Al posto di Bergodi sarà promosso alla guida della Prima squadra il tecnico della Primavera Cristian Bucchi. L'ex attaccante ha intrapreso la carriera di allenatore dopo aver lasciato il calcio giocato nel 2010-11 proprio con la squadra biancazzurra.

A lui spetterà l'arduo compito di centrare una salvezza molto difficile. Il Pescara occupa infatti al momento l'ultimo posto in classifica, a -5 punti dal quart'ultimo posto, occupato dal Genoa, e a -8 dal Chievo, quint'ultimo. Non essendo dotato di patentino da allenatore di prima categoria, Bucchi dovrebbe essere affiancato da Giovanni Galeone come direttore tecnico.

Dei 21 punti che ha oggi il Pescara, 11 sono stati guadagnati da Stroppa nelle prime 11 gare (con una media di 0,84 a partita), 10 da Bergodi in 15 partite (con una media di 0,66 a match).

L'ufficialità dell'esonero del tecnico di Bracciano da parte della società abruzzese è stata comunicata dal club biancazzurro con una nota ufficiale. "La Delfino Pescara 1936 Srl comunica di aver sollevato dall'incarico di allenatore della prima squadra il sig. Cristiano Bergodi. - si legge nell'annuncio - La società ringrazia il tecnico per l'impegno e la passione dimostrati nello svolgimento del suo lavoro".

"La società - conclude la nota - comunica, altresì, che renderà noto il nome del suo successore nelle prossime ventiquattro ore".

Sullo stesso argomento