thumbnail Ciao,

"Al mio futuro deve pensare soprattutto la società - dice il colombiano - Il goal fallito contro il Bologna? Capita, sono cose che aiutano a migliorare".

Sensazione di gran parte della stagione viola, Juan Guillermo Cuadrado non ha probabilmente ancora dimenticato l'incredibile errore di martedì sera, quando al Dall'Ara di Bologna ha fallito il goal a pochi centimetri dalla porta. Ci sta. E nulla toglie che l'esterno colombiano sia ormai un tassello imprescindibile della Fiorentina.

"Sono felicissimo di essere qui" dice in occasione dell'evento benefico 'Meyer per amico', realizzato presso l'ospedale pediatrico fiorentino. "In questo momento la nostra squadra è una di quelle che esprimono il miglior gioco. Non possiamo prendere il primo posto, ma sicuramente vogliamo arrivare il più in alto possibile in classifica. Il nostro obiettivo è quello di andare in Europa".

Inevitabile che un po' d'ansia già salga, nello stomaco dei tifosi gigliati. Cuadrado pezzo pregiato, assieme a Jovetic, del prossimo mercato? A sentire lui, Firenze è il mondo ideale dove stare. "Se fosse per me resterei, ma non dipende solo da me. Io faccio sempre del mio meglio, ma al mio futuro deve pensare soprattutto la Fiorentina. Certamente io vorrei rimanere qui".

Per quanto riguarda la topica di Bologna, che in fin dei conti è costata la sconfitta alla squadra di Montella, rimontata nel finale dai rossoblù, il colombiano fa mea culpa, ma tiene la testa ben alta. "Queste cose possono accadere nel calcio. E poi fare questi errori serve ad imparare e a migliorare".

Sullo stesso argomento