thumbnail Ciao,

Già mesi fa, Silvio Berlusconi annunciò che il Milan sarebbe andato alla ricerca dei migliori under 22 al mondo per far partire un nuovo ciclo.

Quella che sta mettendo in atto il Milan è una vera e propria rivoluzione. Solo una stagione fa era tra le squadre con l'età media più alta della Serie A, oggi la sua politica è diametralmente cambiata ed è tutta improntata ora sui giovani.

Lo dimostrano le scelte di mercato fatte a giugno, la rinuncia a quei senatori che avevano portato la squadra in cima all'Europa e quell'affidarsi senza timori a talenti come Niang, De Sciglio, Bojan ed ovviamente El Shaarawy e Balotelli.

Già mesi fa, Silvio Berlusconi annunciò che il Milan sarebbe andato alla ricerca dei migliori under 22 al mondo per far partire un nuovo ciclo, da allora a Milanello sono arrivati i vari Balotelli e Salamon mentre per Saponara il discorso è solo rimandato a giugno. Ma non finisce qui.

Come riportato dal Corriere dello Sport infatti, il Milan avrebbe già individuato altri baby rinforzi. Emissari rossoneri sono stati in Portogallo per studiare il talento del Porto, Mangala, Galliani ha invece avuto l'opportunità di vedere dal vivo (ed esaltare) Jordan Lukaku, 19enne terzino dell'Anderlecht fratello del più celebre Romelu.

Piace sempre il centrocampista del Verona Jorginho, così come sono noti gli interessi per Zaza dell'Ascoli, Bertolacci del Genoa e Santon del Newcastle.

Un Milan sempre più verde quindi, con i rossoneri che nella prossima stagione, qualora alcuni di questi giocatori sbarcassero a Milanello, potrebbero schierare un undici titolare composto addirittura da soli ragazzi nati dal '91 in poi.

Sullo stesso argomento