thumbnail Ciao,

I rossoneri intendono puntellare la difesa. Il francese classe 1991 è seguito anche dal City e costa 20 milioni. Il belga si è messo in luce al Viareggio in maglia Anderlecht.

Se attacco e centrocampo offrono sufficienti garanzie, altrettanto non si può dire della difesa, vero punto debole del Milan in questa stagione. Per questo i dirigenti rossoneri sono al lavoro per provare a puntellare il reparto per la prossima stagione.

Il nome nuovo, secondo quanto riferisce stamani 'La Gazzetta dello Sport', è quello di Eliaquim Mangala. Cresciuto in Belgio con lo Standard Liegi, il difensore centrale francese è uno dei punti di forza del Porto, e in via Turati pensano che abbia le carte in regola per diventare il 'nuovo Thiago Silva'.

Giovanissimo, essendo un classe 1991, e dal fisico possente (è alto un metro e 88 centimetri e pesa quasi 90 chili), il ragazzo, che i rossoneri hanno fatto seguire in occasione dell'andata degli Ottavi di finale di Champions fra i lusitani e il Malaga, ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo centrale titolare del Milan. Seguito da tempo dal club di via Turati, negli ultimi due anni è cresciuto tantissimo, tanto da riuscire a imporsi anche a livello internazionale.

Mangala, nato in Francia ma di origini congolesi, ha già collezionato 23 presenze e 2 goal con la maglia della Nazionale Under 21 dei Bleus. Due anni fa il Porto lo ha acquistato per 6 milioni e mezzo di euro dallo Standard Liegi, ma in due stagioni il costo del suo cartellino è letteralmente lievitato, e si aggira oggi sui 20 milioni.

In Portogallo, dopo un primo anno di ambientamento, ha preso il posto dell'esperto Rolando, senza farlo rimpiangere, e si è rivelato come uno dei migliori prospetti del 1991 nel suo ruolo a livello mondiale. I rossoneri ci stanno così seriamente pensando. Non si potrà prescindere infatti, l'anno prossimo, dall'arrivo di un centrale difensivo di spessore, visto anche che Salamon, arrivato a gennaio, è sì un talento, ma a livelli importanti è tutto da verificare.

Mangala potrebbe dunque essere la giusta soluzione, sempre che in via Turati riescano a superare la concorrenza del Manchester City, che negli ultimi mesi ha mandato alcuni osservatori a vederlo. Dalla parte dei rossoneri ci sono i buoni rapporti con Fabrizio Ferrari, l'agente italiano di Mangala.

Intanto nella finale del Torneo di Viareggio Adriano Galliani è rimasto stregato da un altro difensore, il terzino sinistro dell'Anderlecht Jordan Lukaku, fratello minore del più conosciuto Romelu, già nel giro della prima squadra e dell'Under 21 belga. Presto potrebbe arrivare nella sede del club belga una richiesta di informazioni per il giocatore da parte dei rossoneri.

Sullo stesso argomento