thumbnail Ciao,

Il presidente del Milan si è lamentato di non essere stato avvisato della separazione col fuoriclasse bresciano e che dalla sera alla mattina se lo è ritrovato con la gobba...

Tra le tante dichiarazioni contenute nelle numerose interviste concesse dalla scatenato Berlusconi 'pre-elettorale' di questi ultimi giorni, ce n'è stata una che ha riaperto la ferita (a dire il vero mai chiusa per parecchi tifosi del Milan) della traumatica separazione da Andrea Pirlo e del suo conseguente approdo a parametro zero alla Juventus.

"Avevo detto che volevo essere informato sulla situazione di Pirlo e avevo detto allo stesso Pirlo che volevo parlare con lui, invece me l'hanno fatta alle spalle e me lo sono trovato alla Juventus...", ha spiegato il presidentissimo rossonero.

Una ricostruzione che tuttavia viene un po' messa in dubbio dal 'Corriere dello Sport', che accusa il buon Silvio di "avere la memoria corta". A sostegno della punturina, il quotidiano romano riporta come il 21 giugno 2009, in piena bufera per la cessione di Kakà al Real Madrid, lo stesso Berlusconi aveva confidato a un gruppo di tifosi che "Pirlo mi costa 54 miliardi all'anno", con riferimento all'ingaggio lordo (ma aveva ulteriormente raddoppiato la cifra, riferendola all'intero biennio mancante) fino alla scadenza del giugno 2011.

Evidentemente già allora lo stipendio del fuoriclasse bresciano era visto - anche dal patron - come assolutamente fuori dai nuovi parametri societari.

Sullo stesso argomento