thumbnail Ciao,

L'attaccante svedese non ha escluso in futuro un'esperienza in Bundesliga: "Mi resta ancora un po' di tempo - ha spiegato - il Bayern è uno dei 5 grandi club al mondo".

Quando parla fa sempre discutere, Zlatan Ibrahimovic. L'attaccante svedese del PSG, intervistato dalla rivista specializzata tedesca '11Freunde', dando prova ancora una volta della grande considerazione che ha di sé stesso e aprendo a un futuro in Bundesliga.

"Anch'io sono il più grande. - ha affermato riferendosi al suo idolo sportivo, il pugile Mohammed Alì - Due più grandi si può? Se no facciamo così: io sono il più grande dopo Alì. Sono da 20 anni sull'autostrada del successo, correndo ogni anno più veloce. Ma la mia passione è rimasta assolutamente sempre la stessa".

Quanto all'ipotesi di un suo approdo in futuro in Bundesliga, Ibra non lo esclude. "Un giorno potrebbe essere, mi sento certamente attratto dal campionato tedesco. - ha detto - Mi resta ancora un po' di tempo, dopo aver giocato in Svezia, nei Paesi Bassi, in Italia, in Spagna e ora in Francia. Mi piace conoscere persone e culture diverse".

Quanto alla squadra, Ibra non ha dubbi: "Per me il Bayern è uno dei cinque club più grandi al mondo". Sembra difficile, comunque, immaginare Ibra con la maglia dei bavaresi, che dalla prossima estate saranno guidati dal suo 'nemico' Pep Guardiola, che intende aprire con i tedeschi un nuovo ciclo vincente.

Intanto Ibrahimovic è finito al centro di una polemica in Francia. Il giocatore svedese infatti, insieme al suo compagno di squadra Sakho, avrebbe, secondo 'Le Parisien', declinato l'invito di diventare capitano del PSG.

Sullo stesso argomento