thumbnail Ciao,

L'olandese è la migliore opzione tra chi è senza squadra. Le altre? Mido, Adriano, Suazo. Oggi si opera l'argentino: out fino a 6 mesi. Per giugno piace il tedesco Polter.

La tegola che si è abbattuta su Diego Milito giovedì sera, contro il Cluj, ha colpito il mondo del calcio e soprattutto l'Inter. Per il Principe argentino, per il quale la carriera potrebbe essere a rischio viste le 34 primavere, sono previsti non meno di sei mesi di stop. Ma soltanto oggi si potrà emettere una diagnosi più precisa sull'infortunio che lo ha colpito.

Nella giornata odierna, infatti, l'attaccante nerazzurro si opererà all'ospedale San Matteo di Pavia. Sarà il professor Benazzo a intervenire sul ginocchio distrutto da quel movimento fatto sul prato di San Siro, che gli è costato la lesione al crociato anteriore, al collaterale esterno e alla capsula posteriore del ginocchio sinistro.

Tifosi e compagni gli sono vicini, dimostrandogli tutto il loro affetto e la loro vicinanza. Non si contano i messaggi postati su Facebook e Twitter, sia dai sostenitori nerazzurri (e non) che dai compagni: da Chivu a Cambiasso, passando per Gargano ed Alvarez, tutti hanno voluto dedicare un pensiero al bomber che stava cercando di ritrovare la miglior forma ed invece ora dovrà fermarsi per lungo tempo.

Intanto, volente o nolente, l'Inter deve guardarsi attorno alla ricerca di un sostituto. Ma è dura. Scandagliando il mercato degli svincolati si trovano infatti nomi ormai improponibili ad alti livelli, come le vecchie conoscenze Adriano e Suazo oppure gli ex romanisti Mido e Carew. Ma qualcosa si dovrà fare, per rimpolpare un attacco che conta ora solo su Palacio, Cassano e Rocchi (quest'ultimo, peraltro, nemmeno impiegabile in Europa League).

Il mirino dei dirigenti nerazzurri, così, nonostante le smentite di Moratti pare essere puntato su Ruud Van Nistelrooy, che è stato un grande attaccante ma da otto mesi si è ritirato, dopo l'ultima esperienza con il Malaga. Un'incognita, insomma, ma certo migliore delle ipotesi sopraccitate. E poi, all'Inter non possono certo permettersi di fare gli schizzinosi.

L'infortunio di Milito, inoltre, costringe la società nerazzurra ad intensificare le operazioni riguardanti il mercato estivo per la prossima estate. In cima alla lista, non è una novità, c'è il doriano Mauro Icardi. Ma l'affare, in cui ci sono anche Napoli e Manchester City, non è chiuso. E così c'è un'alternativa: il tedesco Sebastian Polter, 22 anni, del Norimberga.

Sullo stesso argomento