thumbnail Ciao,

Il ds viola ha negato l'esistenza di un caso riguardante il montenegrino, ma al contempo ha aperto alla sua cessione. I bianconeri possono inserire Quagliarella nella trattativa.

Rinnovo e poi cessione? L'ultima ipotesi attorno al futuro di Stevan Jovetic è questa. E a lanciare nell'aria l'idea è proprio Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, che ieri, a margine della presentazione di Momo Sissoko, ha parlato della situazione del gioiello montenegrino.

Jovetic è appetito dalla Juventus, e questa non è una novità. La novità, semmai, è il percorso attraverso cui potrebbe approdare a Torino. Ovvero, prima rinnovare un contratto che comunque non terminerà subito, se è vero che Jovetic va in scadenza nel 2016, e poi, a fine campionato, monetizzare dalla sua cessione.

"Stevan non è un problema - ha detto ieri Pradè - ma solo un grande giocatore. Con grande serenità stiamo parlando con il suo procuratore per cercare di trovare un accordo sul rinnovo del contratto, ma con altrettanta serenità a fine stagione procederemo a una serie di valutazioni".

Dunque, non è affatto escluso che Jovetic possa lasciare Firenze anche con un contratto prolungato. Da cosa dipende una sua eventuale partenza? "Da tanti fattori - ha continuato Pradè - Dal piazzamento finale, da quali finali questo aprirà, da quelli che saranno i nostri obiettivi futuri".

La Juventus, dunque, sogna e spera. Per il prossimo anno ha già preso Fernando Llorente dall'Athletic Bilbao, e ora punta ad affiancargli un altro big in attacco. Magari inserendo nell'affare Fabio Quagliarella, come svelato in esclusiva nei giorni scorsi da Goal.com.

Per carità, le alternative offensive non mancano. E alcuni non sono nemmeno nomi nuovi. Da Luis Suarez ad Alexis Sanchez, le idee sul taccuino di Marotta non mancano. Abbandonata, invece, la pista Lewandowski, visto che il polacco andrà con ogni probabilità al Bayern Monaco.

Sullo stesso argomento