thumbnail Ciao,

Attualmente la formazione friulana è seconda nel campionato di Eccellenza della propria regione: "C'è un legame affettivo, nessun passo indietro. Giocatori in prestito? Difficile".

A fine 2012 è stato siglato l'accordo per cui il Palermo offrirà aiuto in termini di giovani calciatori per poi entrare a far parte dell'organigramma in pianta stabile. Maurizio Zamparini, però, non sarà presidente della Triestina nel brevissimo periodo.

"L’operazione entrerà nel vivo quando la società sarà rientrata tra i professionisti, quindi almeno in Lega Pro. A quel punto io acquisterò il 70-80% delle quote" ha riferito il patron della compagine isolana a 'Il Piccolo'.

Di fatto, ora come ora, la formazione friulana si trova nel campionato di Eccellenza, seconda in classifica dietro il Monfalcone. "Ho preso un impegno davanti al sindaco, che tiene molto a una risalita della squadra e alla città. Anche il Palermo è molto interessato a un accordo che rimane valido e porteremo avanti. Quindi nessun passo indietro".

Con Trieste c'è un legame affettivo, nessun ripensamento: "Sono pronto anche oggi a sottoscrivere l’accordo con gli attuali soci. Ora come ora daremo alla società tutto il supporto tecnico e le risorse necessarie per raggiungere l’obiettivo".

Serie troppo baassa per vedere giocatori in prestito dal Palermo agli alabardati: "È difficile far accettare un declassamento in Eccellenza. Ed è comprensibile. Ma già in Serie D le cose potrebbero cambiare".

Sullo stesso argomento