thumbnail Ciao,

Letterio spegne i rumors che davano per fatto il passaggio a giugno della punta dalla Samp si nerazzurri. E su Diakitè dice: "La Lazio non l'ha mai considerato a dovere...".

Dietrofront sull'approdo dato per certo di Mauro Icardi all'Inter. Ci pensa Pino Letterio, membro dell'entourage dell'argentino, a raffreddare i rumors che davano per scontato l'acquisto dei nerazzurri a partire dalla prossima stagione. Anzi, sul bomber della Sampdoria è confermato il forte pressing del Napoli.

"Noi rappresentiamo in Italia Abian Morano che è l'agente di Icardi. Non è vero niente di quanto riportato oggi dai giornali che davano per fatto il passaggio di Mauro all'Inter - ha detto a 'Radio Kiss Kiss Napoli' Letterio - In realtà noi stiamo lavorando per un rinnovo con la Sampdoria perchè troviamo molto carino nei confronti di Garrone, di Sagramola e di Osti trovare un accordo. Poi magari prenderemo una decisione insieme. Non abbiamo espresso nessuna preferenza nè per l'Inter nè per il Napoli. Tra le altre cose con il Napoli ci incontreremo la settimana prossima per parlare di Icardi, di Diakitè e anche di altri giovani interessanti che abbiamo in procura".

"La scelta deve essere fatta in modo razionale - ha proseguito - Sicuramente Mauro non va mandato in un club che non ha una progettualità, perchè se non c'è un progetto su di lui e se la società non crede davvero in Mauro è inutile optare per una soluzione che anche se vantaggiosa dal punto di vista economico poi non ti fa crescere dal punto di vista professionale. Nel calcio, purtroppo, di meteore se ne sono viste tante e per Mauro vogliamo solo il massimo".

A far eco alle dichiarazioni di Letterio arrivano anche le frasi rilasciate a Bogliasco da Carlo Osti, direttore sportivo del clib ligure: "Non ci sono intese tra Sampdoria e Inter per Mauro Icardi. I rapporti con l'Inter sono comunque ottimi, ma il futuro del giocatore dipende anche da eventuali accordi degli agenti con altri club, e a lui non risultano novità. Noi vogliamo che Mauro continui a contribuire alla salvezza del club blucerchiato".

Letterio ha invece concesso una battuta anche su Modibo Diakitè (altro assistito dell'entourage di cui fa parte Letterio), in scadenza con la Lazio e dato per vicino al Napoli: "Con l'acquisto di Diakitè il Napoli prenderebbe un giocatore molto motivato, completo ed in grado di giocare indifferentemente centrale in una difesa a tre o a quattro. Addirittura potrebbe giocare esterno in una difesa a quattro".

Sui motivi che hanno portato alla rottura con il club di Lotito, Letterio dice: "Voglio precisare che la natura del divorzio non va ricercata in una questione economica. L'offerta della Lazio era congrua e vantaggiosa. Non si arrivava agli 850mila euro di ingaggio, ma con i premi e la possibilità di firmare un quinquennale non era assolutamente una brutta proposta. Modibo non avevva mai guadagnato così tanto, ma la sensazione è sempre stato trattato come il ragazzo della Primavera che andava in prima squadra, è sempre stato coccolato, ma non è mai stato preso nella giusta considerazione".

Sullo stesso argomento