thumbnail Ciao,

L'attaccante, svincolatosi dal Sulderland, vola nella capitale per essere ingaggiato a parametro zero, ma la sua situazione contrattuale è particolare.

La Lazio ha rotto gli indugi, decidendosi a prendere un vice-Klose, dopo il lungo stop cui sarà costretto il tedesco per l'infortunio ai legamenti. In biancoceleste arriverà a parametro zero Louis Saha, già in viaggio per Roma per sostenere le visite mediche. Salvo clamorose sorprese, almeno. Perchè il caso del francese è particolare, dal punto di vista regolamentare.

SAHA ARRIVA - "Scalo a Parigi, ora direzione Roma. Buongiorno", ha twittato nelle scorse ore l'attaccante francese, svincolatosi recentemente dal Sunderland dopo appena 6 mesi, e in viaggio per la Capitale, dove sosterrà le visite mediche prima di firmare il suo contratto con la società biancoceleste.  Accordo fino a giugno a 500 mila euro, con opzione di rinnovo per la prossima stagione in base ai goal segnati, naturalmente a patto che i test fisici diano responso positivo sul suo stato di salute.

Già ieri la punta - ex Fulham, Manchester United, Everton e Tottenham tra le altre - si era lasciata andare sul noto Social Network a un "Buone notizie per me, domani mattina presto prendo un volo...", facendo intuire che avrebbe firmato presto un nuovo contratto.  Il quasi trentacinquenne attaccante, nonostante nell'ultima avventura con i Black Cats si sia conclusa con 14 presenze totali e nessun goal, vanta un passato da attaccante di razza in patria e soprattutto in Premier League.

SAHA SALTA? - Regolamenti, dicevamo. Sì, perchè il caso di Saha è piuttosto anomalo. Non si tratta di uno svincolato classico, senza contratto da inizio stagione. Il francese ha risolto consensualmente il proprio contratto con il Sunderland lo socrso 31 gennaio, proprio nel giorno di chiusura delle finestra invernale di trasferimenti. Una situazione che tecnicamente non lo rende uno svincolato a tutti gli effetti.

Il regolamento federale recita: "I calciatori possono essere tesserati esclusivamente durante uno dei due periodi annuali di tesseramento stabiliti dalla Federazione nazionale. In deroga a tale principio, un professionista il cui contratto sia giunto a scadenza prima del termine del periodo di tesseramento può essere tesserato al di fuori di tale periodo. Le Federazioni sono autorizzate a tesserare tali professionisti a condizione che sia preservata l’integrità sportiva della competizione in questione".

E' un caso complesso dal punto di vista regolamentare, su cui la Lazio è comunque convinta di poter avere ragione, anche a costo di interpellare la FIFA. Far sbarcare il giocatore a Roma, senza alcuna possibilità di tesserarlo, sarebbe un autogoal clamoroso. E un mercato di gennaio estremamente deludente, Lotito non può permettersi nuovi passi falsi.

Sullo stesso argomento