thumbnail Ciao,

Il presidente del Chelsea pensa già alla prossima stagione. Josè Mourinho resta il tecnico in pole, Conte però guadagna posizioni.

Tutto si può dire tranne che l'avventura di Rafa Benitez sulla panchina del Chelsea sia stata sin qui tutta rose e fiori. I tifosi non l'hanno certo accolto bene inneggiando a Di Matteo, è sfumato il Mondiale per Club e, come se non bastasse, la sua media vittorie è la più bassa dell'era Abramovich.

Per questo motivo, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, le prossime due sfide saranno decisive per il tecnico iberico. In caso di brutti risultati contro il Wigan in campionato e nel replay di Coppa d'Inghilterra con il Brentford, il presidente del Chelsea potrebbe decidere di esonerarlo per affidarsi ad una vecchia conoscenza: Avran Grant.

Resta però il nodo su chi guiderà i Blues nella prossima stagione. In Inghilterra si è parlato molto di Zola, ma anche di Mourinho, Laudrup e ultimamente di Antonio Conte.

Lo Special One rappresenterebbe un super cavallo di ritorno, Abramovich però sarebbe molto affascinato dall'ipotesi Conte. E' rimasto impressionato dalla grinta e dalla combattività della Juventus e per questo starebbe pensando anche all'ipotesi di affidare la sua squadra nuovamente ad un tecnico italiano.

Conte studia l'inglese da due anni e, sebbene sia legato alla Juventus fino al 2014, non è escluso che possa esser convinto da una ricca offerta del proprietario russo dei Blues. In lui è stato visto l'uomo giusto per guidare uno spogliatoio ricco di personalità forti come quello del Chelsea, per questo motivo potrebbe essere proprio il tecnico bianconero la vera alternativa a Josè Mourinho.

Sullo stesso argomento