thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I Citizens hanno ottenuto nell'accordo con i rossoneri un diritto di prelazione in caso di futura vendita di SuperMario. Lo stesso che aveva l'Inter.

A Manchester hanno vissuto con una certa malinconia l'exploit di Mario Balotelli al suo debutto con la maglia del Milan. Vuoi perchè a lungo hanno sperato che esplodesse definitivamente in Inghilterra, vuoi per l'ennesimo passo falso della stagione del City, sempre più lontano dal titolo. Ma un piccolo, piccolissimo motivo per sorridere, c'è.

Secondo quanto appreso da Goal.com UK, il Manchester City ha strappato varie clausole nell'accordo con il Milan, trovato la scorsa settimana dopo una lunga trattativa. I Citizens hanno ottenuto l'inserimento di un diritto di prelazione, qualora il Milan dovesse decidere di venderlo in futuro. Esattamente la stessa clausola presente nell'intesa del 2010 con l'Inter, non sfruttata dai nerazzurri.

Oltre ai 20 milioni che il Milan verserà al City in cinque rate annuali, gli inglesi hanno anche preteso l'inserimento di un'ulteriore clausola, una percentuale su qualunque vendita futura di Balotelli ad un prezzo superiore a quello a cui i rossoneri l'hanno acquistato.

Tentativi di ottimizzare al massimo la dolorosa partenza di SuperMario, pupillo di Mancini e investimento su cui a Manchester hanno risposto per due anni e mezzo tanta fiducia, ripagata soltanto in parte. Escamotage a cui il Milan non si è potuto opporre, per l'impossibilità di arrivare a cifre più alte per il costo del cartellino.

Il giorno dopo la doppietta di Balotelli all'Udinese, è quello del rimpianto in terra inglese. I tabloid che lo perseguitavano ora lo celebrano, chi l'aveva bollato definitivamente irrecuperabile comincia a nutrire qualche piccolo dubbio sulle proprie teorie.

Mario si è congedato con parole affettuose dal Manchester City ("Sempre nel mio cuore"), lasciando aperta la porta di un ritorno, reso più facile dal diritto di prelazione. Ma considerato il feeling non entusiasmante con la realtà anglosassone, è fantascienza immaginare, in un futuro, Balotelli nuovamente Citizens. Quasi come vederlo nerazzurro...

Sullo stesso argomento