thumbnail Ciao,

La sconfitta interna contro l'Atalanta potrebbe rappresentare il capolinea per il tecnico rosanero, che in caso di esonero verrebbe rimpiazzato dall'ex Catania e Parma.

Saranno ore decisive per il futuro di Gian Piero Gasperini sulla panchina del Palermo. La sconfitta interna contro l'Atalanta potrebbe rappresentare il capolinea della sua avventura in Sicilia, tanto che la dirigenza rosanero starebbe valutando la posizione del proprio allenatore.

Intanto però la società rosanero, prima di decidere per l'ennesimo ribaltone (sarebbe già il terzo in questa stagione), attraverso la persona del presidente Maurizio Zamparini, si prende una nottata di riflessione, come reso noto dallo stesso patron rosanero in un comunicato ufficiale pubblicato sul sito del club.

"Pur essendo consapevole della difficile situazione che la squadra sta attraversando, - spiega nella nota il presidente - sono certo di avere una squadra forte che si salverà. Prenderò una notte di riflessione per poter decidere ciò che è meglio per le sorti del Palermo".

Nel caso in cui Zamparini e Lo Monaco dovessero decidere di esonerare il 'Gasp', stando a quanto rivela 'Sky' in pole per rilevarne l'incarico c'è Pasquale Marino. Forte del rapporto professionale vissuto ai tempi di Catania con l'amministratore delegato, sarebbe lui il primo nome della lista.

Più defilato Edy Reja, il quale è stato più volte accostato alla panchina del Palermo recentemente ma non sarebbe convintissimo di accettare l'eventuale proposta. Nel frattempo, la società rosanero al termine del match del 'Barbera' ha ufficializzato il silenzio stampa.

Intanto comunque una decisione il presidente rosanero Zamparini l'ha già presa: da domani e per tutta la settimana i siciliani andranno in ritiro in un centro sportivo di Roma per preparare la partita contro il Pescara, come spiegato in un comunicato dal club siciliano.

Sullo stesso argomento