thumbnail Ciao,

I rossoneri continuano la linea verde e puntano giovani fuoriclasse in giro per l'Europa, ma nel mirino c'è anche Kakà. Tra qualche giorno possibile addio per Antonini.

Calciomercato chiuso? Non per lo scatenato Milan di questo inizio 2013, che continua a guardarsi intorno per costruire un Dream Team fatto di giovani promesse che possa assicurare un nuovo ciclo di successi al club più titolato del Mondo.

A dire il vero in questo momento Galliani continua a lavorare soprattutto sul fronte uscite dato che, come riporta oggi 'Tuttosport', nel caso in cui il Santos dovesse provare un nuovo assalto per Robinho potrebbe anche cedere alle lusinghe brasiliane e accontentare il ragazzo. Magari dopo l'ottavo di finale con il Barcellona, specie nel malaugurato caso in cui i rossoneri non dovessero riuscire a superare l'ostacolo catalano.

Non dovesse concretizzarsi nel mercato invernale, la cessione di Robinho diverrà certamente realtà in estate. Così come sembrano sul piede di partenza anche Boateng, Abate e Antonini. Con questi ultimi molto appetiti in Russia e che potrebbero dunque salutare già nell'attuale sessione di mercato.

Grazie a queste cessioni il Milan si assicurerebbe un buon tesoretto per gli acquisti da portare avanti, in un’operazione di ringiovanimento della rosa che proseguirà, con un’eccezione. L’obiettivo primario per giugno sarà ancora una volta Kaká. Il brasiliano, che non è riuscito a liberarsi dal Real già a gennaio, sarà costretto a vivere altri cinque mesi da separato in casa.

A giugno sarà il nuovo tecnico del Madrid a decidere il suo futuro e, nel caso in cui non lo dovesse ritenere indispensabile, non c'è alcun dubbio su quale club otterrà il gradimento del giocatore, che ormai da anni sogna di tornare nella tanto amata Milano rossonera.

Kakà dunque ma non solo. Il Milan infatti, dopo essersi già assicurata la metà del Kakà italiano, ovvero quel Riccardo Saponara che così bene sta facendo in quel di Empoli, proseguirà nella decisa opera di ringiovanimento della rosa. L’obiettivo numero uno è Mattia Perin ,ventunennne portiere del Pescara, ma di proprietà del Genoa. Galliani e Preziosi ne hanno già parlato diverse volte, l’affare si farà, magari in comproprietà.

Nel caso in cui il polacco Salamon, appena acquistato dai rossoneri, riuscisse ad imporsi come difensore centrale, il Milan in estate potrà agire con calma per quel reparto, gettando un occhio sul giovanissimo Dario Del Fabro, del Cagliari; in caso contrario è pronto l'assalto ad uno tra Ogbonna e Astori. Senza dimenticare Santon.

Resta un obiettivo rossonero anche  l'olandese Strootman del Psv, sul quale però potrebbe scatenarsi un’asta. Più semplice arrivare a giocatori sui quali il Milan si è mosso con largo anticipo: Daniele Baselli del Cittadella, in comproprietà con l’Atalanta, e Jorginho del Verona.

Infine verranno seguiti con grande attenzione i talenti del Bari, Cristian Galano e Nicola Bellomo, così come il bomber dell’Ascoli, di proprietà della Sampdoria, Simone Zaza.  Senza dimenticare ovviamente  il fenomeno degli Allievi di Inzaghi, Hachim Mastour, un classe 98' che Berlusconi sogna già in Prima Squadra.

Sullo stesso argomento