thumbnail Ciao,

Il potente procuratore non esclude nulla circa il futuro del 'vagabondo' Ibrahimovic: "Nella vita può fare tutto. Il ritorno in Italia potrebbe essere anche fra queste possibilità"

Celebrato anche in musica come "il re del mercato", Mino Raiola ha tenuto fede al suo appellativo anche nella sessione appena conclusa, prendendosi tutti i riflettori per la spettacolare operazione che ha portato Mario Balotelli al Milan (oltre che per lo sfogo in diretta tv contro l'hotel "di m***a"...).

Intercettato da 'TuttoJuve.com' in chiusura di trattative, Raiola si è già portato avanti con il lavoro, esponendo sul bancone il prossimo pezzo della sua gioielleria da valorizzare... "Pogba? Sta facendo benissimo, ma la cosa non mi ha sorpreso affatto. Ha grandissime qualità e potenzialità e ancora molte le deve far vedere. Un altro giocatore diventerà forte l'anno prossimo come Paul, gioca in Serie B nel Brescia, ma è della Juve...".

"E' Bouy, in B sta crescendo molto bene e l'anno prossimo sarà forte come Paul e protagonista in Serie A", sentenzia il buon Mino, che poi non esclude l'ennesimo ribaltone della carriera di Zlatan Ibrahimovic: "Ibra nella vita può fare tutto. Il ritorno in Italia potrebbe essere anche fra queste possibilità. Tutto è nella sua testa e nessuno è più forte di lui".

"L'Italia è la sua casa - spiega Raiola - ha giocato qui tanti anni affermandosi e diventando un campione straordinario e amato da tutti. Inoltre ha un procuratore italiano che ha insegnato a Zlatan ad amare questo Paese, nelle sue vene ormai scorre anche sangue italiano...".

Sullo stesso argomento