thumbnail Ciao,

Il presidente del Napoli si è detto molto soddisfatto di quanto fatto dalla società partenopea in sede di calciomercato invernale, soprattutto per gli arrivi di Rolando e Radosevic

Si è chiuso con acquisti importanti il calciomercato del Napoli, in particolare Rolando arrivato dal Porto e Radosevic arrivato dall'Hajduk Spalato. Ma anche col rammarico di non essere riusciti a portare in azzurro il talentuoso attaccante della Sampdoria Icardi. A fare il punto della situazione è stato, ai microfoni di Radio Marte, il presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis.

"Come mercato di riparazione possiamo essere soddisfatti - ha detto il patron del club campano - Radosevic è ancora molto giovane ma è un elemento sul quale credo Mazzarri potrà contare già da subito, anche se è un acquisto dal grande potenziale futuro. Bigon, poi, è stato molto bravo a sistemare anche altrove i nostri giocatori che non avevano spazio".

E su Icardi... "E' sempre stato un giocatore per cui ho nutrito grande interesse - ha detto ancora De Laurentiis - Però bisogna essere fatalisti, ciò che non è predeterminatamente giusto per il Napoli, evidentemente non può arrivare nel momento in cui noi vorremmo. Stavo anche guardando a qualche giocatore che potesse servirci nell'immediatezza, per il prossimo anno, perchè non vorrei arrivare al 31 agosto per completare la squadra ma farlo entro la fine di luglio, in modo da essere pronti quanto prima per la prossima stagione".

Il giudizio del patron sul calciomercato invernale del Napoli, insomma, è molto positivo... "Abbiamo fatto quello che serviva fare - ha detto - Con le giuste cautele e considerando le richieste del nostro allenatore che, per quanto è stato possibile fare, abbiamo accontentato. Rolando? Quella era una trattativa che si stava complicando e stavamo dirottando su un giocatore olandese. Alcuni presidenti sparano cifre troppo alte per alcuni calciatori pensando che noi napoletani siamo fessi, ma questo a me diverte tanto. Ormai ho tanto materiale anche per fare 'Tifosi 2'".

"Riguardo Nainggolan, invece, vedremo più avanti - ha proseguito il patron partenopeo - Intanto abbiamo trovato un altro centrocampista straordinario di cui però non posso dire nulla. Cellino è uno che non vende, probabilmente per lui ogni suo giocatore è un brillante da cento carati e nessuno glielo vuol togliere. Nainggolan è un giocatore che nel Napoli potrebbe andare bene, ma non è fondamentale, non è per dire un Cavani o un Hamsik. Abbiamo, invece, già individuato uno pseudo-Nainggolan, che è però più giovane e più appetibile".

Sul futuro di Cavani, poi, De Laurentiis è caustico... "Cavani è molto intelligente e pertanto a domande ovvie dà risposte ovvie - ha detto - Questa è una questione ormai logora e Cavani saprà senza dubbio cosa fare in futuro. Insieme troveremo la soluzione migliore per lui e per il Napoli. Mazzarri? Ogni volta riesce a dimostrare agli altri e a se stesso che quello che sta facendo è giusto. E' una batteria di continua elettricità positiva e dal contatto tra me e lui nasce il contatto che fa camminare il Napoli".

Sullo stesso argomento