thumbnail Ciao,

Una nuova stella al PSG, è ufficiale l'arrivo di Beckham: "Non vedo l'ora di giocare con Ibrahimovic, il mio stipendio andrà in beneficienza ai bambini di Parigi"

L'ex Los Angeles Galaxy ha firmato un contratto coi parigini fino al termine della stagione: "Sono orgoglioso di far parte di questo progetto", ha detto in conferenza stampa.

Troppo invitante la proposta del Paris Saint-Germain per essere rifiutata. David Beckham ha detto sì, sia per la Parigi città che per la Parigi squadra. L'ex stella del Manchester United ha firmato un contratto fino al termine della stagione, un altro big del calcio alla corte di Carlo Ancelotti.

'Becks' si è presentato alla stampa, spiegando i motivi della sua scelta: "Sono molto felice. Ho 37 anni e ho avuto più proposte oggi che durante tutta la mia carriera. Parigi è una città eccitante. Ma ora c'è un club che avrà successo per i prossimi 5, 10, 15 o 20 anni. Non sto dicendo che giocherò così a lungo ... Il club sta cercando di scrivere il proprio futuro. Ed io sono entusiasta di far parte del futuro del PSG".

Ha lasciato la MLS vincendo un titolo, arriva a Parigi non per denaro: "L'anno scorso sentivo che avevo ancora qualcosa da finire ai Galaxy. Non era il momento giusto per lasciare. Oggi è il momento giusto. Ho vinto un nuovo titolo a Los Angeles in modo che potessi andar via. Ho preso in considerazione tutte le altre offerte, ma la cosa importante per me era giocare. Con Nasser e Leonardo vogliamo di costruire qualcosa di unico. Il mio stipendio andrà in beneficenza per i bambini a Parigi. Sono molto orgoglioso di farlo".

I suoi assist saranno tutti per Ibrahimovic..."Sono contento di avere la possibilità di giocare con lui. Ho seguito molto nella sua carriera, anche quando era giovane, ho pensato che sarebbe diventato uno dei migliori giocatori del mondo. E' un giocatore speciale, gioca con passione. Ma ci sono molti giocatori in questa squadra che hanno un sacco di talento. Non vedo l'ora di giocare con loro".

Giocare, appunto. Becks spera di calcare presto l'erba con indosso la maglia Rouge et Bleu: "Penso di poter essere pronto in poche settimane - conclude - ma non per la prossima partita".

Sullo stesso argomento