thumbnail Ciao,

Il patron nerazzurro assicura di non avere rimpianti per SuperMario: "E' una scommessa che non potevamo e non volevamo fare". E apre a possibili nuovi colpi...

L'approdo al Milan di Mario Balotelli non scompone Massimo Moratti. Il presidente dell'Inter mostra di non avere alcun rimpiano per quello che poteva rappresentare un clamoroso ritorno, ma anzi assicura che l'affare non era stato messo in cantiere dal club di Corso Vittorio Emanuele.

"Balotelli per il Milan è un affare, per noi non c'è rammarico, non è un acquisto che ci serviva. Sarà utile a Berlusconi per diversi motivi - questo il pensiero del massimo dirigente nerazzurro a 'Sky' - E' una scommessa del Milan, un buon acquisto che non potevamo e non volevamo fare".

Per quanto riguarda gli altri affari messi in piedi dall'Inter, Moratti conferma le piste che conducono a Kuzmanovic e Schelotto, aprendo a possibili ulteriori arrivi in extremis: "Non so se ci fermeremo a loro due. Vedremo...", ha affermato il patron del club meneghino.

Dunque, chissà che oltre al centrocampista dello Stoccarda (pronto ad approdare ad Appiano Gentile per circa un milione di euro) e all'esterno destro italo-argentino dell'Atalanta (affare da 3,5 milioni più metà Livaja), l'Inter non possa regalare ai suoi tifosi un colpo di coda finale.

Sullo stesso argomento