thumbnail Ciao,

Il dirigente viola ha voluto fare, a meno di 48 ore dalla fine del mercato, il punto della situazione, parlando anche della situazione relativa a Viviano.

Il mercato della Fiorentina ha regalato a Vincenzo Montella il centrocampista del Psg, ex-Juventus, Momo Sissoko. A parlare di quelle che saranno le mosse della società viola è il direttore sportivo Daniele Pradè, intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24.

"Abbiamo pensato di prendere un calciatore che avesse delle caratteristiche diverse dai giocatori che abbiamo. La partenza di Cassani ci ha permesso di fare l'operazione Sissoko. Siamo molto contenti di questa operazione, ma siamo contenti in generale. La Fiorentina è in un momento di crescita importante, non deve abbandonare questa mole di gioco che sta esprimendo".

Non arriverà un vice-Pizarro, parola di dirigente: "Un vice-Pizarro non c'è in giro, forse solo Verratti. Abbiamo preso Sissoko per poter eventualmente fare delle modifiche dal punto di vista tattico. Alonso? La vedo un pochina dura, il Bolton ha fatto resistenza. Abbiamo fatto la nostra offerta, siamo fermi a quella. Se lo possiamo fare adesso ok, altrimenti a giugno".

Non ci saranno neanche arrivi in attacco: "Quaglia per Jovetic? Non c'è niente di vero, El Hamadaoui è tornato in gruppo, abbiamo cinque attaccanti sui quali puntiamo. Mancano 15 partite che vogliamo affrontare nella maniera più giusta. I rapporti con la Juventus? Non ho mai avuto alcun contatto coi bianconeri, faccio quello che dice la mia proprietà".

La conclusione è dedicata a Viviano: "Su Taddei posso dire che lo considero un piccolo fratellino, un professionista serio, ma in quel ruolo siamo a posto. Viviano? E' uno dei portieri della nazionale: è partito bene, poi ha avuto dei problemi perchè ha sofferto un po' troppo la pressione. Siamo sicuri che ci darà una mano nel finale di stagione".

Sullo stesso argomento