thumbnail Ciao,

Il club cinese parla di accordo violato ed è pronto a ricorrere alla FIFA: "Raccoglieremo le prove, Drogba ha ancora un contratto con noi".

Il trasferimento di Didier Drogba al Galatasaray ha rappresentato certamente uno dei colpi più importanti di questa sessione di calciomercato invernale. Il bomber ivoriano, accostato nelle scorse settimane anche a Juventus e Milan, ha accettato il trasferimento in Turchia a fronte di un ricchissimo ingaggio.

Drogba guadagnerà 6 milioni di euro in un anno e mezzo, ai quali vanno aggiunti i 4 milioni alla firma del contratto. Un'operazione dai numeri incredibili ma c'è un problema: lo Shanghai Shenhua non ha dato il suo via libera alla trattativa.

Il club cinese infatti, parla di accordo violato ed è pronto a ricorrere alla FIFA, così come si evince dal comunicato apparso sul suo sito ufficiale: "Il club è profondamente scioccato da quanto accaduto. Drogba è ancora un nostro giocatore, ha un contratto firmato con lo Shenhua nel luglio scorso. Siamo pronti a raccogliere le prove e a mostrarle alla FIFA per tutelare i nostri interessi".

A sbollire gli animi dei cinesi ci pensa però il procuratore per la Turchia dell'ivoriano, Ceylan Calıskan: "Drogba ha cancellato il suo contratto con lo Shangai lo scorso 16 gennaio. Avrebbe avuto il diritto di rescindere nel momento in cui non gli fosse stato versato lo stipendio per 1 mese. Non riceve lo stipendio da 3 mesi. Lo Shangai potrà pure ricorrere alla Fifa, ma Drogba intanto giocherà con il Galatasaray con una licenza temporanea".

Sullo stesso argomento