thumbnail Ciao,

La piccola di casa Berlusconi legittima la dispendiosa operazione appena conclusa argomentando come la fase delle 'lacrime e sangue' sia ormai alle spalle.

Il Milan piazza il colpaccio Balotelli, segnando una netta inversione rispetto alla politica di 'vacche magre', 'lacrime e sangue' delle ultime sessioni di calciomercato, e Barbara Berlusconi detta subito una dichiarazione all'Ansa per codificare la svolta in casa rossonera.

C'è infatti da spiegare - a tifosi e elettori - cosa è cambiato rispetto al recente passato e come si coniuga questa spesa importante con il periodo vissuto non solo a livello calcistico.

L'ingaggio di Balotelli "dimostra che il Milan può, come sempre, investire cifre importanti per l'acquisto dei giocatori", spiega Barbara, sottolineando poi come "la nostra società ha, da circa un anno, messo in atto una profonda riorganizzazione dei costi e degli investimenti. E' un'opera di razionalizzazione che è costata certo sacrifici, ma che oggi ci consente di liberare risorse che possono essere investite non solo per l'ingaggio dei giocatori ma anche per il posizionamento del brand e per il miglioramento delle strutture".

La Berlusconi, membro dall'anno scorso del Cda rossonero, argomenta ulteriormente: "Il Milan ha scelto, prima degli altri, di avere conti in ordine e un bilancio sostenibile. Grazie a questa forte programmazione di lungo periodo, noi oggi possiamo non solo far crescere in casa i futuri campioni, ma anche permetterci qualche acquisto mirato importante".

Sullo stesso argomento