thumbnail Ciao,

I biancocelesti, che stanno per cedere Zarate alla Dinamo Kiev, sono pronti a reinvestire il ricavato per arrivare ad un esterno mancino. Preso Pereirinha, sogno Felipe Anderson.

La Lazio vola in finale di Coppa Italia e imprime un'improvvisa accelerazione al mercato. Appare infatti ormai ad un passo la cessione del ribelle Mauro Zarate, finito nel mirino della Dinamo Kiev, che sarebbe pronta a mettere sul piatto una cifra molto vicina ai dieci milioni di euro.

L’accordo tra i club è stato raggiunto, Lotito aspetta una risposta dall’argentino e spera nel sì: "Vediamo se rifiuterà ancora...", ha dichiarato ieri il presidente. La Dinamo s’era già mossa in passato, Maurito aveva rifiutato la destinazione ma adesso le cose sembrano destinate a cambiare.

Per quanto riguarda il mercato in entrata intanto Lotito è pronto all'assalto per Diego Laxalt, mezzala sinistra del Defensor Sporting. I biancocelesti stanno provando a bruciare la concorrenza, offrendo 2,5 milioni di euro alla società uruguaiana. Il ragazzo, messosi in luce nel Sub 20, è già finito nel mirino di molti importanti club europei.

E arriva anche il primo colpo di gennaio del presidente Lotito, che avrebbe bloccato Bruno Pereirinha, esterno di centrocampo dello Sporting Lisbona. Due milioni di euro il costo dell'operazione per la società capitolina, che va così a rinforzare in maniera importante il centrocampo ringiovanendo anche la rosa.

A sorpresa ha poi ripreso quota la trattativa per Felipe Anderson, gioiello del Santos. Da ieri sera in Brasile è presente un mediatore incaricato di curare l'operazione, che si preannuncia molto difficile anche per la complicata situazione relativa alla proprietà del suo cartellino, a metà tra un fondo inglese e il Santos. la Lazio ha proposto 7 milioni di euro più il 30% di una eventuale vendita futura. La valutazione del giocare è di dieci milioni. I biancocelesti tenteranno comunque l’assalto a Felipe Anderson con i soldi provenienti dalla cessione di Zarate.

In uscita è ufficiale il trasferimento di Scaloni all’Atalanta a titolo definitivo. Zauri è vicino allo Spezia, la Lazio ha offerto Sculli e Foggia al Pescara, gli abruzzesi sono però interessati a Kozak, blindato da Lotito.

Infine il Borussia Moenchengladbach ha respinto l’assalto a Granit Xhaka. "La sua cessione per noi non è un tema", ha tagliato corto Max Eberl, ds dei tedeschi, prossimi avversari dei biancocelesti in Europa League. Sfuma così uno degli obiettivi del mercato invernale della Lazio, unica squadra italiana ancora in corsa su tre fronti.

Sullo stesso argomento