thumbnail Ciao,

I nerazzurri provano a chiudere per l'italo-argentino e, dopo il no di Paulinho, sperano in un colpo low cost per il centrocampo: nel mirino Kuzmanovic e Biglia.

Rabbia e fermento in casa nerazzurra. La rabbia che monta ora dopo ora è quella che corre sul web, con i tifosi inferociti dopo l'ufficializzazione della trattativa sfumata tra l'Inter e Paulinho, vero obiettivo di mercato del club di via Durini in questa sessione di mercato. Ufficialità peraltro arrivata proprio nel giorno di un'altra ufficialità, quella che riporta Mario Balotelli a Milano, ma sull'altra sponda del Naviglio. Notizia che di certo non ha contribuito a scaldare i cuori dei tifosi nerazzurri.

Gli uomini mercato dell'Inter nei prossimi giorni proveranno a stringere per portare comunque a casa qualche tassello da regalare a Stramaccioni in vista di una seconda metà di stagione da vivere con l'obiettivo terzo posto. Il primo nome nella lista dell'Inter è sempre quello di Ezequiel Schelotto, obiettivo peraltro praticamente centrato dato che l'arrivo dell'esterno orobico è già stato definito nei dettagli. La firma è attesa in giornata. L'incontro risolutore tra le due società nerazzurre è andato in scena ieri sera.

Ezequiel Schelotto diventerà un giocatore dell'Inter per i prossimi quattro anni, all'Atalanta una cifra attorno ai 3,5 milioni di euro più la metà di Livaja, che potrebbe restare a Bergamo, anche se non è ancora del tutto esclusa l'ipotesi Eintracht. Il posto in rosa dell'attaccante croato verrà quindi preso da Samuele Longo, di ritorno dal prestito all’Espanyol.

Chiuso l'affare Schelotto, l'Inter adesso si concentrerà sul capitolo centrocampista. Ai nerazzurri negli scorsi giorni è stato offerto Gago e da parte del club di via Durini  è stato fatto un tentativo forte per Biglia, che l'Anderlecht però non intende fare partire in prestito. Oggi un uomo-Inter si recherà comunque a Bruxelles per vedere il match di Coppa tra Anderlecht e Genk, segno di come la trattativa non sia ancora definitivamente saltata.

La pista più accreditata però porta ad una vecchia conoscenza del calcio italiano, stiamo ovviamente parlando di Zdravko Kuzmanovic, ex Fiorentina e ora allo Stoccarda, il cui contratto con i tedeschi scadrà a giugno. Lo Stoccarda vorrebbe 2,4 milioni, Liverpool e Valencia sarebbero più avanti di Inter, Fulham e Marsiglia. I nerazzurri però ci stanno pensando seriamente e nelle prossime ore potrebbero decidere per l'accelerazione decisiva.

A questo proposito arrivano importanti conferme anche dalla Serbia. Il giornalista Aca Stojanovic ha infatti rivelato che secondo le sue informazioni il centrocampista avrebbe già firmato con il club meneghino, la presentazione del quale sarebbe stata programmata per giovedì.

Occhio intanto a Nicola Bellomo, nelle ultime ore si è sparsa la voce di un acquisto immediato da parte dell'Inter, che avrebbe l'intenzione di girarlo in prestito al Catania per convincere Pulvirenti a lasciare partire subito il regista Lodi, pallino di Stramaccioni.

Non è neppure da escludere l'arrivo di un difensore centrale low cost. All'Inter piace l'austriaco Aleksandar Dragovic, in forza al Basilea, ma il prescelto potrebbe alla fine essere Marco Andreolli, perfetto per la lista Uefa. Per convincere il Chievo i nerazzurri metterebbero sul piatto un giovane della propria Primavera da girare ai clivensi

In partenza ci sono Mariga, sul quale infuria la battaglia tra Genoa, Parma e Chievo, il giovanissimo Bessa, richiesto dall’Evian, e Jonathan, mai calatosi nei meccanismi nerazzurri.

Sullo stesso argomento