thumbnail Ciao,

Il giovane attaccante brasiliano è da tempo nel mirino di Chelsea, Barcellona e Real Madrid. Ora come ora, però, pensa solo a vincere con Santos e Brasile.

In maglia Santos è idolo. Come lo sarebbe giocando in Europa. Neymar, attaccante brasiliano, non ha intenzione di lasciare il Sudamerica e confrontarsi con il calcio del vecchio continente. Almeno non ora, almeno non fino alla scadenza del suo contratto.

"C'è ancora molta strada da fare, non so se rinnoverò o meno il contratto. Per decidere comunque dovrò parlare sia con la mia famiglia che con il Santos" le dichiarazioni del giovane verdeoro rilasciate al sito della FIFA. "Comunque, si può migliorare anche restando in Brasile".

Barcellona, Chelsea e Real Madrid farebbero carte false per averlo? Lui non ha fretta: "Avverto una crescita personale e un miglioramento nel gioco di anno in anno. Alcuni dicono che per crescere bisogna andare fuori, io non sono d'accordo".

Dani Alves, compagno di Nazionale, lo ha chiamato in maglia balugrana: "Mi mette sempre in imbarazzo, stavolta mi ha messo in una situazione difficile. Il momento piu' bello del 2012? La partita di campionato contro il Cruzeiro, quando ho visto tutti i tifosi avversari applaudire per me".

Ringraziamenti per Menezes, applausi per Scolari. Oltre a riportare il Brasile ad una vittoria Mondiale, Neymar vuole vincere tutto con il Santos: "Il più possibile. Questo è ciò che conta. E lo stesso vale per il Brasile, contribuire per vincere e mirare di nuovo verso l'alto".

Sullo stesso argomento