thumbnail Ciao,

Il 31 gennaio si avvicina e il Torino sta cercando di fare di tutto per non perdere il suo bomber a parametro zero, adesso le richieste granata si sono sensniblmente diminuite.

Le ultime indiscrezioni di 'Tuttosport' vertono sull’asse Palermo-Torino, 1.600 km lontane eppure mai così vicine. L’affare al vaglio delle ipotesi sembrerebbe essere uno scambio di attaccanti: da una parte un Rolando Bianchi fuori dagli schemi di Ventura e per di più in scadenza di contratto, la cui società vorrebbe liberare entro fine mese per racimolare qualche spicciolo; dall’altra un Fabrizio Miccoli che dall’alto dei suoi 33 anni incide sempre meno e pare in lotta di collisione con i dirigenti per il rinnovo del contratto in scadenza 2013. E allora ecco come far felici quattro teste.

Sempre secondo il quotidiano torinese in questi ultimi giorni l’eventualità di uno scambio si fa sempre più concreta. Il Palermo aveva già mostrato interesse per Rolandinho offrendo tre milioni di euro un paio di settimane fa, ma Urbano Cairo aveva risposto quattro più il capitano rosanero, alla luce dei fatti la controproposta sarà sembrata certamente fuori luogo, ma è possibile che i dirigenti granata si possano accontentare di uno smercio alla pari.

L’ariete granata ha sempre ribadito la sua intenzione di restare ai piedi della Mole Antoneliana, ma qualcosa si è inevitabilmente rotto sia nello spogliatoio che nell’assetto tattico, e che da qui a fine stagione se ne vada non c’è più dubbio. A dire il vero la società gli ha anche offerto un prolungamento del contratto, ma le cifre proposte gli sono parse inaccettabili: 800 mila euro contro l'attuale milione e tre.

Pare invece che il Palermo abbia pronto un accordo fino al 2016 a circa un milione netto, ma a ragion di logica al giocatore conviene aspettare venerdì mattina, da quando ogni giorno sarà buono per firmare alla società che sarà disposta a offrirgli di più. E a ragion veduta Pietro Lo Monaco potrebbe spendere meno e offrire più soldi all’attaccante, semmai la società abbia seriamente intenzione di puntare su un 29enne di quelle caratteristiche.

Di contro il rapporto tra Miccoli e il Palermo è sempre più ambiguo, nonostante le continue dichiarazioni d’amore ci sono stati degli scricchiolii che potrebbero lentamente generare in una separazione. Il talento salentino passa sempre più tempo in infermeria e nel registro del giudice sportivo, e quando gioca non può più garantire la continuità prestata un tempo.

Alle lusinghe del Torino non ha ceduto ma non ha neanche chiuso la porta, l’offerta sul tavolo è di poco inferiore all’attuale – 900 mila euro contro il milione e due odierno – ma di un anno più lunga, ovvero fino al 2014. Inoltre nello scacchiere di Ventura una pedina del suo calibro entrerebbe generosamente.

Eppure Maurizio Zamparini ha rivelato a 'Radio 2' che Bianchi non lo prenderebbe assolutamente. Forse perché non è un giovane sudamericano da rivendere al doppio, ma vista la situazione in classifica il Palermo ha bisogno di solidità più che di scommesse. Non ci da sarebbe nemmeno da sorprendersi se nella trattativa rientrasse anche Brienza, in uscita dalla Sicilia e uomo perfetto per il gioco di Ventura, a cui vanno aggiunte le compartecipazioni in ballo tra i due club di Glik e Darmian, che il Torino vorrebbe tenere. Insomma carne al fuoco ce n’è, ora vediamo cosa si concretizzerà realmente, c’è tempo fino a giovedì sera.

Sullo stesso argomento