thumbnail Ciao,

L'ad gialloblù ha fatto il punto sulle operazioni di mercato della società. L'attaccante colombiano è ormai diretto verso il Monterrey, mentre Paletta e Amauri non si muoveranno.

In Italia non ha avuto molta fortuna. Ora Dorlan Pabon è ad un passo dall'addio: con il Monterrey è tutto fatto, come annunciato oggi da Pietro Leonardi, amministratore delegato del Parma. "Diciamo che siamo a buon punto e che loro sono fiduciosi. Mancano solo le firme".

Il dirigente, che non ha escluso comunque che l'attaccante sia a disposizione per il match di domani col Napoli, ha spiegato i motivi alla base di questa cessione: "Il giocatore ha avuto problemi personali e io ho cercato di mascherarli il più possibile. Cosa che rifarei nel rispetto del ragazzo e di quella che era la gravità della situazione. Si è però aperta la possibilità di incassare senza che dal campo siano arrivati in questo senso risultati importanti e tra l'uovo oggi e la gallina domani io sono per prendermi l'uovo oggi".

Quella del colombiano dovrebbe essere l'unica partenza di gennaio: "Con Ghirardi si è valutata la cessione di Pabon piuttosto che di vendere Paletta e credo che anche di questo i tifosi siano contenti. Va detto che qui non rimangono gli scontenti e Paletta come anche Amauri ci hanno dato un grande prova di senso e voglia di appartenenza a questa squadra e a questa società".

Al posto di Pabon non arriverà nessuno: "A inizio stagione abbiamo fatto un investimento su di lui per cercare di rimpiazzare un giocatore che non era rimpiazzabile, ovvero Giovinco. Poi sono usciti Belfodil e Sansone e ora in attacco anche con la partenza di Pabon non abbiamo bisogno di fare altre operazioni".

Sullo stesso argomento