thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Quel che resta di una giornata caotica: il giocatore preme per ottenere da subito il trasferimento in nerazzurro, ma la strategia interista è diversa.

Quella di mercoledì è stata una giornata frenetica attorno a Younes Belhanda, finito prepotentemente in cima alla lista degli obiettivi dell'Inter per il post-Sneijder.

Innanzitutto, cosa c'è dietro la dichiarazione senza mezzi termini del presidente del Montpellier alla stampa turca? Oggi lo si sa finalmente con certezza, cioè la presa di coscienzache Belhanda, 22enne trequartista esploso letteralmente nella scorsa Ligue 1, vuole l'Italia. Di fatto, non c'è allo stato attuale delle cose alcuna offerta del Fenerbahce che possa smuovere la situazione.

Il paradosso è che la frase estrapolata dai media ha messo in moto una ridda di notizie, smentite, contraddizioni e aspettative assolutamente inusuale per essere una finestra di mercato di gennaio: Branca ha preso le distanze dalla situazione, forte del fatto che nonostante i fitti contatti con il Montpellier nessuna offerta ufficiale sia stata mai inoltrata.

- Louis Nicollin, pres. Montpellier
Il Fenerbahce offriva 8M e questo
è il motivo per cui andrà all'Inter
 
- Marco Branca, DT dell'Inter
Ci dispiace contraddire Nicollin,
ma l'Inter non ha fatto offerte
Ma anche qui, volendo, è solo una questione di forma: i nerazzurri hanno espresso chiaramente via fax il loro interesse a fronte di una richiesta pari a 12 milioni di euro. Chiaro che a questo punto chi si trova preso nel mezzo sono gli agenti del calciatore e Belhanda stesso, il quale si trova con un piede e mezzo fuori dal progetto Montpellier senza conoscere il finale della telenovela.

Ma lo scombussolamento generale ha generato le sue conseguenze, visto che proprio i procuratori di Belhanda e Branca stesso si sono incontrati nella mattinata di oggi, 24 gennaio 2013: il ragazzo forza per ottenere subito il trasferimento nonostante l'Inter preferisca differire il tutto a giugno concordando la cifra adesso.

Una strategia rischiosa, perché permetterebbe ripensamenti e possibili nuove aste. Belhanda non può infatti firmare alcun accordo preventivo non essendo in scadenza contrattuale, ma forse l'idea è proprio quella d verificare se non altro il reale interesse del clan Moratti: sono attese dunque novità a ore, ma dietro le quinte già si parla di nuovi colpi di scena...

Sullo stesso argomento