thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La società inglese ha deciso di abbassare le proprie richieste per l'attaccante della Nazionale italiana, che resta il grande obiettivo del mercato rossonero.

Potrebbe esserci un clamoroso colpo di scena sull'asse Milano-Manchester: dietro all'incontro tra Adriano Galliani e Mino Raiola avvenuto questa mattina, secondo quanto appreso da Goal.com, ci sarebbe la decisione del City di abbassare la richiesta per Mario Balotelli dai 37 milioni di euro della scorsa settimana a 24 milioni, ossia una cifra vicina a quella spesa nel 2010 per prelevarlo dall'Inter.

Il City ha dapprima rifiutato la proposta da 28 milioni di euro pagabili in sei rate paventata dal Milan nei giorni scorsi ma sarebbe pronta ad accettare una cifra inferiore qualora i rossoneri fossero disposti a mettere sul piatto una prima tranche più cospicua.

Non a caso il Milan, come vi abbiamo raccontato questa mattina, starebbe cercando di far cassa attraverso la cessione di Philippe Mexes, un'operazione che permettere alla società di via Turati di liberarsi del pesante ingaggio del francese (circa 4 milioni di euro a stagione) e di procurarsi così liquidità per sostenere l'affare Balotelli.

La dirigenza del City, compreso il direttore Txiki Begiristain, avrebbe messo in cantiere la cessione dell'attaccante della Nazionale Italiana già a seguito dello scontro con Mancini che ha fatto il giro del mondo prima di Natale.

Balotelli d'altronde sarebbe soltanto in attesa del trasferimento, tant'è che avrebbe disdetto l'affitto della sua villa nel Cheshire e avrebbe salutato amici e compagni sabato scorso in una cena top secret organizzata in un ristorante cinese.

Galliani era stato chiaro nel weekend: "Se il City abbassa le richieste mi fiondo su Balotelli". Il blitz a questo punto potrebbe presto diventare realtà...

Sullo stesso argomento