thumbnail Ciao,

Il Milan sarebbe riuscire a pareggiare l'offerta fatta all'ivoriano dalla Juventus ed ora spera di chiudere. Su Kakà non è ancora detta l'ultima parola.

Quello condotta dal Milan è una sessione di calciomercato appassionante. Sin qui non ci sono state ufficializzazioni importanti, i nomi che circolano e le cifre che ballano sono però da mercato di altri tempi.

Il club rossonero ha infatti individuato i top player sui quali investire, i pochi giorni che mancano da qui al 31 gennaio ci diranno se ci saranno anche le condizioni per far sbarcare a Milanello qual campione (o quei campioni) che facciano fare il salto di qualità alla squadra.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il club di via Turati non avrebbe ancora abbandonato l'idea Drogba. Il bomber ivoriano non rappresenta propriamente il prototipo del calciatore giovane ma può rappresentare un affare. Può liberarsi a parametro zero dallo Shanghai Shenhua, il problema semmai è l'ingaggio, ma i meneghini ci stanno lavorando.

Contatti con l'entourage del giocatore sono già stati avviati e a Drogba sono stati offerti 8 milioni, una cifra che permette di pareggiare la proposta della Juventus. I primi colloqui sono stati positivi, ora dipende solo dal giocatore (che piace anche alla Lazio). L'operazione Drogba potrebbe rappresentare anche un messaggio diretto ad un Manchester City che non abbassa le sue pretese per Balotelli, ma più in generale è il campionissimo all'ombra del quale far crescere i talenti sui quali a Milanello hanno deciso di puntare.

Il Milan resta poi pienamente concentrato su quello che può accadere sul fronte Kakà (che intanto non è stato convocato da Mourinho per la Coppa del Re). Come anticipato ieri da Goal.com (Leggi qui), la trattativa non è ancora da considerarsi chiusa e può anzi offrire colpi di scena. I contatti tra rossoneri e Real Madrid sono costanti anche in queste ore, con le merengues che avrebbero confermato che il prestito gratuito non è possibile.

Gli spagnoli devono rientrare dei tantissimi soldi spesi nel 2009 per prendere il brasiliano e la loro richiesta si aggirerebbe ora sui 12 milioni. Al Milan avevano già fiutato l'affare low cost, adesso gli scenari sono cambiati ma non è detto che i rossoneri non possano non offrire qualcosa, pur non avvicinandosi a quanto richiesto da Perez. In via Turati hanno apprezzato il sacrificio di Kakà di ridursi l'ingaggio pur di tornare a Milano, la cosa va premiata.

Sullo stesso argomento