thumbnail Ciao,

Diversi club sulle tracce del 'nuovo Cassano'. Ma per avere il talentino pugliese non basta trattare col Bari. Il Chievo ricorda a tutti: "E' per metà nostro e non lo vendiamo"

Nicola Bellomo viene dipinto dai più come il nuovo Antonio Cassano. Classe '91, seconda punta molto tecnica, quest'anno con la casacca del suo Bari ha già raccolto 19 presenze (tutta da titolare) condite da 6 reti.

Molti club di A sono già pronti a puntare forte sul talentino pugliese, senza però aver fatto i conti con il Chievo, che detiene la metà del cartellino del calciatore.

A far sentire la voce della dirigenza clivense è il direttore sportivo Giovanni Sartori: "Il ragazzo è a metà fra noi e il Bari, che può decidere di vendere la sua metà a chiunque, Roma o Inter - ha dichiarato il dirigente del Chievo ai microfoni di 'TeleRoma 56'- Ma la nostra intenzione è quella di mantenere la metà del cartellino per rimanerne comproprietari".

Sartori, nel corso dell'intervista non si sbottona più di tanto, senza dare certezze sul futuro del ragazzo: "Bellomo è un attaccante molto duttile e già pronto al salto di qualità. - ha progeguito il ds del Chievo - Il club che riuscirà ad assicurarsi le sue prestazioni sa di puntare su un ragazzo molto serio dotato di qualità importanti.

Chi è favorito in questo momento? La Roma sta trattando direttamente col Bari e sta facendo la cosa giusta visto che il Bari è il club in cui è tesserato Nicola".

Sullo stesso argomento