thumbnail Ciao,

Il ct dell'under 21 Devis Mangia, braccato all'Ossola Varese-Brescia ammette: "I talenti della B sono costantemente monitorati dai grandi club. Speriamo trovino spazio"

Allenare l'Under 21 italiana non è mai cosa semplice. Lo sa bene Davis Mangia che con orgoglio, ma sicuramente storcendo anche un pò il naso, spesso si vede 'scippare' i suoi talenti da Cesare Prandelli, ct da sempre attento ai giovani di qualità.

Intervistato dai colleghi di 'Sky Sport' mentre si godeva il recupero di B fra Varese e Brescia (3-2 per i biancorossi ndr), Mangia ha commentato con un po' di politically correct: "E' una cosa normale che il ct della nazionale prenda in considerazione i giovani migliori per lanciarli a livello internazionale. Dal canto mio è un vanto".

Con il gelido freddo dell'austerity che soffia anche sul mondo del calcio nostrano, i club della massima serie monitorano sempre più spesso i talenti della serie cadetta. Bellomo e Saponara sono soltanto gli ultimi in ordine cronologico di una lunga serie di giovani che potrebbero segnare il corso del calcio italiano nel prossimo futuro.

"I nomi che si fanno sono sulla bocca di tutti. - ha concluso il ct della nostra Under - Sono tanti i club che seguono i ragazzi della B ma la mia speranza è che questi giovani trovino sempre più spazio nelle rispettive squadre per dimostrare il loro valore".

Sullo stesso argomento