thumbnail Ciao,

Stramaccioni pronto a lanciare dal primo minuto l'argentino, ormai al passo d'addio in maglia nerazzurra. Samuel ancora ko, il difensore pensa anche al ritiro.

L'Inter sempre in piena emergenza infortuni recupera una pedina in vista della gara di domani contro la Roma. L'argentino Ricky Alvarez infatti ieri si è allenato regolarmente e sarà abile e arruolato per il match di Coppa Italia contro i giallorossi.

Quella di domani peraltro potrebbe essere per l'argentino una delle ultimissime apparizioni in maglia nerazzurra, dato che il trasferimento all'Atletico Madrid appare ormai davvero dietro l'angolo. Alvarez agirà con ogni probabilità alle spalle dell'unica punta, ruolo in cui Stramaccioni pensa di confermare l'ottimo Livaja apprezzato domenica sera proprio all'Olimpico. Ancora panchina per Tommaso Rocchi.

Chi potrebbe invece partire dall'inizio è il belga Mudingayi, autentico portafortuna nerazzurro, se si pensa che con lui in campo l'Inter ha collezionato la bellezza di dodici vittorie e un solo pareggio. Moratti intanto ieri ha applaudito l'Inter del posticipo, esaltando in particolar modo le prestazioni di Guarin e Livaja: "L'Inter mi è sembrata buona, la squadra c'era. Sono molto contento di Livaja, ma molto davvero. Guarin ha dimostrato buone cose come sempre. Il resto della squadra si è mosso con intelligenza. Scudetto? Lascio pronunciare a voi questa parola e poi vediamo. Partita per partita facciamo quello che pensiamo di riuscire a fare".

In casa Inter non mancano però i volti cupi, primo tra tutti quello di un Walter Samuel sempre più bersagliato da iella e infortuni. Il tendine d'Achille dell'argentino preoccupa lo staff medico nerazzurro. Il centrale è fermo dalla gara della Befana contro l'Udinese e al momento non si fanno previsioni circa il suo ritorno in campo.

Il doppio intervento al crociato subito in passato da Samuel non induce all'ottimismo, a fine stagione Samuel potrebbe anche decidere di appendere le scarpette al chiodo, non esercitando l'opzione rinnovo presente sul contratto che lo lega all'Inter fino al giugno del 2013.
 
Chi invece al ritiro non sembra proprio pensarci è capitan Zanetti, ormai tutto fatto per il prolungamento del contratto, l'annuncio ufficiale è una pura formalità, attesa peraltro già nelle prossime settimane.

Sullo stesso argomento