thumbnail Ciao,

I bianconeri, alla disperata ricerca di una punta che rimpolpi un reparto offensivo ormai all'osso, sono sempre più vicini al giovane cileno. Sarà la chiave giusta per Immobile?

La Juventus, dopo essersi praticamente assicurata le prestazioni di Fernando Llorente in vista della prossima stagione, continua la caccia ad una soluzione tampone che rimpolpi un attacco ridotto all'osso da infortuni più o meno gravi.

Stasera Conte dovrà fare di necessità virtù, schierando una Juve sperimentale con Matri nell'inedito ruolo di unica punta. Marotta ieri è stato abbastanza chiaro, delineando le strategie bianconere per gennaio: "La Juventus farà qualcosa se avremo la possibilità di migliorare un gruppo che ha vinto lo Scudetto".

In realtà però il direttore generale e Paratici lavorano giorno e notte per regalare al mister bianconero il puntello necessario. I serrati contatti con il Genoa suggeriscono due opzioni: il ritorno in prestito di Marco Borriello, il cui cartellino è di proprietà della Roma, o il rientro alla base di Ciro Immobile, gestito in comproprietà tra le due società.

Il presidente rossoblù Enrico Preziosi però non sembra disposto a muoversi dalla sua linea oltranzista, ribadendo ai microfoni di 'Sky': "Ho parlato chiaro con Marotta e ho detto che ne parleremo a giugno. Immobile è importantissimo per il Genoa, così come Borriello, quindi non voglio neanche discutere. Non cediamo nessuno, casomai cercheremo una quarta punta".

Uno spiraglio però c’è ancora, e ha il nome di Nicolas Castillo, gioiello dell’Universidad Catolica e del Cile Sub 20, seguito con grande attenzione proprio da Juventus e Genoa. Nei prossimi giorni infatti è atteso in Italia Alejandro Santisteban, agente del giovane cileno, e se l’operazione dovesse andare a buon fine il ragazzo sarebbe destinato In Liguria, ipotesi questa che potrebbe far saltare le blindature di uno tra Borriello e Immobile.

Per l'attacco bianconero infine resta ancora in piedi anche la trattiva legata al nome di Manolo Gabbiadini, in compartecipazione tra Juve e Atalanta, in questo caso però bisogna fare i conti con le forti resistenze del Bologna, società che attualmente detiene in prestito il ragazzo.

Sullo stesso argomento