thumbnail Ciao,

I nerazzurri pensano al bosniaco per luglio, ma devono obbligatoriamente entrare in Champions per averlo. Sul fronte Bellomo prosegue il duello con i giallorossi.

Fortissimamente Dzeko. E' l'attaccante del Manchester City il grande sogno estivo dell'Inter, intenzionata ad allestire una squadra di grado di tornare a competere ai massimi livelli. Per arrivare al bosniaco, però, i nerazzurri hanno praticamente l'obbligo di entrare in Champions. Solo così Moratti potrà convincere il prolifico Edin a lasciare il City, dove peraltro si è più volte lamentato per il poco spazio concessogli.

Dovesse andar male, è già pronto un piano B. Secondo la 'Gazzetta dello Sport', la principale alternativa a Dzeko si chiama Mauro Icardi, a cui la Sampdoria vorrebbe rinnovare quanto prima il contratto, proprio per scoraggiare le pretese delle big.

Sistemato l'attacco, si provvederà a rafforzare gli altri reparti. Occorreranno in primis un centrocampista di qualità e un terzino destro, ruoli per i quali sono in ballo da subito Paulinho e Schelotto. Il brasiliano, alla fine, potrebbe anche arrivare a luglio, mentre il destino dell'italoargentino si chiarirà nei prossimi giorni.

In chiave futura, per la fascia destra, non è da escludere l'opzione Van der Wiel, che costa meno (5 milioni) del tedesco Jung dell'Eintracht.

Sempre in ottica linea verde, prosegue l'estenuante duello con la Roma per il 22enne Nicola Bellomo, talento del Bari da poco entrato nel giro dell'Under 21. Con Milan e Genoa ormai defilate, si può parlare di corsa a due per il ragazzo.

Sabato scorso i giallorossi, offrendo 2 milioni per la comproprietà più il prestito del terzino Frascatore (ora al Sassuolo), pensavano di aver chiuso l'affare, ma i nerazzurri si sono reinseriti nell'affare, trovando terreno fertile nella disponibilità del diretto interessato (tifoso interista doc) e del suo agente Davide Lippi.

Il ds del Bari, che vorrebbe trattenere Bellomo fino a giugno, ha fissato il prezzo del cartellino a 5 milioni (2,5 per la metà). Inter o Roma, chi la spunterà?

Sullo stesso argomento