thumbnail Ciao,

L'attaccante ha preparato tutto, ma proprio tutto, per il suo ritorno in Italia. I due club sono lontani sulle modalità di pagamento, non sulla cifra.

"Al momento ci sono zero possibilità che si muova, il 31 gennaio chissà". Quella vecchia volpe di Mino Raiola dice e non dice, ma quello che si capisce tra le righe è che l'affare Balotelli-Milan rimane assolutamente tra le ipotesi. Anche per l'immediato, nonostante non si perdano le speranze sul fronte Kakà.

Galliani ha l'urgenza di concludere un colpo di rilievo e da tempo vuole consegnare ai tifosi il regalo 'SuperMario', nonostante le tante smentite (rituali) delle ultime settimane. Quello che c'è di nuovo è che l'attaccante, in gran segreto, sta preparando nei dettagli il suo ritorno in Italia.

Balotelli - come da voci circolate nei giorni scorsi - avrebbe lasciato la sua casa in affitto nel Cheshire. Ma non solo: si vocifera di una cena d'addio con gli amici più stretti, organizzata sabato scorso in un ristorante cinese di Manchester. Il giocatore, a quanto pare, ha nostalgia dell'Italia e sarebbe prontissimo a farvi ritorno.

Il Milan, dal canto suo, ha messo sul piatto la cifra di 25 milioni di euro, pagabili in 6 anni. Il City, secondo quanto appreso da Goal.com UK, vorrebbe invece dilazionare la cifra in 3 anni: il nodo materiale, al momento, è principalmente questo.

Al momento ci sono zero possibilità che Mario Balotelli lasci il Manchester City.
Il prossimo 31 gennaio? Chissà...

- Mino Raiola

Come riferito da Raiola, non ci sarebbe l'effettiva volontà da parte degli inglesi di cedere l'attaccante con urgenza, anche se sia in Mancini che nel ds Begiristain non manca la consapevolezza che il ciclo di Mario in Inghilterra possa anche essersi concluso.

Nonostante innumerevoli sforzi, il giocatore non si è mai del tutto ambientato in Inghilterra e quest'anno in particolare non ha per niente ingranato la marcia giusta.

Un solo goal in Premier, la spietata concorrenza (prima di lui, nelle gerarchie dell'attacco, vengono Aguero, Tevez e Dzeko) e la famosa lite con Mancini del mese scorso, spiattellata su siti e giornali di tutto il mondo: il quadro è chiaro, l'avventura inglese di Balotelli sembra ormai agli sgoccioli. E il Milan c'è, pronto ad accogliere il figliol prodigo.

Sullo stesso argomento