thumbnail Ciao,

I nerazzurri vorrebbero cedere Ricky Alvarez, richiesto dall'Atletico Madrid, dopodichè partirà il nuovo assalto per l'interno brasiliano, voluto a tutti i costi da Stramaccioni.

Ceduto Sneijder al Galatasaray, l'Inter può ora concentrarsi sull'affare Paulinho. Prima di sferrare un nuovo assalto al centrocampista del Corinthians, occorrerà però cedere un'altra pedina: più Alvarez che Coutinho, per il quale è stata respinta un'offerta del Liverpool da 6 milioni. I Reds sarebbero pronti a salire a 10, ma l'intenzione dei nerazzurri è quella di non rinunciare al 'brasilianino', nè quest'ultimo ha chiesto di essere ceduto.

Quasi certo, dunque, che ad andare via sarà l'argentino, che interessa all'Atletico Madrid, con il quale non c'è ancora l'accordo. Gli spagnoli lo hanno chiesto in prestito con diritto di riscatto fissato a 6 milioni, a 8 si potrebbe chiudere, anche perchè altre proposte, sia dal Sudamerica che dall'Europa, latitano.

Una volta sistemato il fronte cessioni, dicevamo, potrà entrare nel vivo l'operazione Paulinho. Il giocatore piace molto a Moratti e a Stramaccioni, che lo ha chiesto alla società come primo rinforzo per il centrocampo. C'è però un problema di costi, come evidenziato ieri dal patron nerazzurro. Servono almeno 15 milioni di euro per strapparlo al Corinthians, cifra che, tra commissioni e cartellino frazionato, potrebbe salire a 20.

I nerazzurri avrebbero già pronta l'offerta di ingaggio per Paulinho, che a Milano percepirebbe 2,5 milioni (a salire) a stagione per almeno tre anni. Avendo giocato e vinto il Mondiale per Club, il giocatore potrebbe anche decidere di lasciare il Brasile. L'Inter ci spera, soprattutto perchè sembra molto difficile arrivare alle alternative 'italiane', tutte costose o non del tutto convincenti (da Nainggolan al parmense Valdes).

Da ieri l'agente Fifa Calenda, molto noto in corso Vittorio Emanuele, si è rimesso all'opera per il brasiliano, in tandem col suo nuovo agente Bertolucci. Moratti vorrebbe convincere il Corinthians ad accettare un pagamento triennale. Nel caso in cui l'affare non dovesse decollare (del resto il tempo stringe...), il tutto verrà rimandato a giugno.

Per il resto, il club nerazzurro, che ha risolto la comproprietà di Benassi col Modena (agli emiliani poco meno di un milione di euro, al giocatore contratto fino al 2017), conta di chiudere al più presto per Schelotto. A breve ci sarà un nuovo incontro con l'Atalanta. L'italoargentino, inutilizzato da due partite, scalpita: "Spero che i club si mettano d'accordo in fretta perché vorrei tornare a giocare". Si sente già interista?

Sullo stesso argomento