thumbnail Ciao,

Inatteso ostacolo nella corsa che dovrebbe riportare il brasiliano in Italia. I fiscalisti del club iberico hanno avanzato delle riserve sulla formula del prestito.

Si complica il ritorno di Ricardo Kakà dal Real Madrid al Milan in questa sessione di gennaio. I fiscalisti del Real, infatti, hanno posto dei problemi per quanto riguarda la formula prescelta per l'eventuale trasferimento del brasiliano, ovvero il prestito. Ci vorrà tutto il mestiere di Adriano Galliani per superare l'impasse.

In giornata l'amministratore delegato rossonero era entrato nuovamente in contatto con gli agenti del fantasista, su tutti il padre Bosco Leite, che appariva il più perplesso riguardo alla fattibilità dell'operazione, soprattutto relativamente alla decurtazione dell'ingaggio.

Secondo quanto riportato da Sky il brasiliano ha accettato la diminuzione dello stipendio, anche se sembra che non si sia ancora arrivati totalmente a quella che è l'offerta del Milan, cioè 5 milioni di euro a stagione anzichè gli attuali 10 (alcuni parlano di un accordo intorno ai 6 milioni di euro).

Si attende adesso la decisione del Real. La società Merengue, che solo qualche anno fa ha sborsato per il brasiliano una cifra vicina ai 65 milioni di euro, dovrà decidere se accettare o meno la proposta del Milan, che vorrebbe Ricky in prestito per i prossimi 30 mesi. In serata proprio nella capitale iberica si terrà una nuova riunione sul fronte Kakà, in cui le parti dovranno valutare come muoversi, anche alla luce delle ultime complicazioni.

Sullo stesso argomento