thumbnail Ciao,

Il presidente rossonero rimane invece sul vago sul possibile colpo Balotelli: "Se verrà da noi e sarà preso a rate? Francamente non lo so...".

Entrerà nel vivo, nelle prossime ore, la trattativa fra Milan e Real Madrid per riportare in Italia Ricardo Kakà. Intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport', il presidente rossonero, Silvio Berlusconi, si è dichiarato ottimista sull'esito positivo dell'operazione, nonostante le difficoltà nel poter offrire un ingaggio elevato al calciatore brasiliano.

"Il ritorno di Kakà? Sono ottimista, - ha dichiarato il patron rossonero - perché può darsi che il Real Madrid provveda direttamente, in quanto per il club in questo momento il giocatore costituisce un problema, e venendo al Milan ritroverebbe le condizioni per un suo completo recupero".

"Da tifoso
- ha poi aggiunto Berlusconi - sogno questo ritorno perché non e' solo un grande giocatore ma anche un grande uomo ed è rimasto nel nostro cuore. A cosa punteremo se arriverà? Al terzo posto, fare la Champions è e resta il nostro obiettivo".

Il presidente del Milan si è quindi soffermato sulla differenza di tassazione fra l'Italia e la Spagna, che rende proibitivo per le società italiane offrire ingaggi elevati ai giocatori. "Siamo fuori dalla realtà, - ha commentato - qualche volta nel calcio sembra di giocare a Monopoli, e invece si è sempre nel mondo reale".

Un altro obiettivo di mercato del club di Via Turati sembrerebbe essere Mario Balotelli, ma sulle possibilità di prenderlo a rate dal Manchester City Berlusconi è rimasto sul vago, tradendo all'apparenza diverse perplessità. "Se prenderemo Balotelli a rate dal Manchester Cit? Francamente non lo so...", ha concluso il presidente rossonero.

Sullo stesso argomento