thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Juventus pensa alla difesa della prossima stagione: Salvatore Bocchetti del Rubin Kazan o Marco Andreolli, che si svincolerà dal Chievo, le piste principali.

Cogliere le occasioni, sempre e sistematicamente. Un dettame manageriale a cui fa spesso riferimento il direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, una 'condicio sine qua' non ormai divenuta fondamentale per le attuali sorti economiche del calcio italiano.

A tal proposito, col fine di ottimizzare le risorse monetarie a disposizione, in Corso Galileo Ferraris stanno valutando varie opportunità. Una di queste, anche se per il momento è in una pura fase embrionale, è quella che potrebbe portare Salvatore Bocchetti a Torino.

Il 26enne difensore del Rubin Kazan, con cui è legato da un contratto che scadrà il 31 dicembre del 2013, in Italia riscontra consensi principalmente in due club: Juventus e Napoli. Ma entrambe le squadre, seppur in una condizione favorevole, visto lo status contrattuale del giocatore partenopeo, hanno preferito non effettuare questo innesto a gennaio, dirottando i propri pensieri in merito per la prossima annata calcistica.

La 'Vecchia' Signora, a tal proposito, starebbe valutando l'opportunità di puntellare ulteriormente la difesa per la prossima stagione, soprattutto qualora dovesse partire temporaneamente Luca Marrone. Quest'ultimo, infatti, terminerà sicuramente l'annata calcistica in corso alla corte di Antonio Conte, ma nell'ottica di un discorso futuro la partenza è un'ipotesi da monitorare con attenzione, anche perché Sampdoria, Genoa e Parma premono affinché ciò accada.

L'altro calciatore su cui a Torino stanno facendo (un timido) pensiero è Marco Andreolli. Il 26enne veneto, cardine del pacchetto arretrato del Chievo Verona di Eugenio Corini, a giugno saluterà la truppa veneta a parametro zero. Le due milanesi, con il Milan leggermente favorito, avrebbero già incontrato il procuratore del numero 3 clivense, Patrick Bastianelli. Le due meneghine sono intenzionate a sviluppare il discorso e, l'attuale vantaggio di Galliani e soci, non è detto che si sviluppi nero su bianco.

Anche agli attuali campioni d'Italia in carica è stata presentata l'opportunità di concretizzare questo ingaggio, ma la Juventus, vedi l'idea Bocchetti, per il momento si è limitata ad ascoltare e valutare. L'ex Sassuolo piace molto al d.g. Marotta, tanto che nella scorsa estate fu davvero vicino ad approdare nel capoluogo piemontese. Ma nei mesi le cose cambiano e, quel forte interesse bianconero, è drasticamente diminuito.

Bocchetti e Andreolli, in virtù del fatto del poter già contare su un reparto di notevole spessore, sono due possibilità di qualità, magari non eccelsa, ma di efficacia garantita. Ora, la dirigenza della Signora dovrà valutare con estrema attenzione se cogliere o meno una di queste due possibilità. Per la felicità delle casse bianconere.

Sullo stesso argomento