thumbnail Ciao,

I bianconeri stanno sondando un gran numero di giovani sparsi in tutto il mondo per bruciare la concorrenza: molto monitorato il mercato dei paesi dell'est.

La Juventus è sempre attiva nel monitorare tantissimi giovani talenti sparsi in tutto il mondo. Dopo l'affondo decisivo per bloccare il giovane Domenico Berardi del Sassuolo, i ridigenti bianconeri stanno seguendo vari nomi, dalla Croazia alla Repubblica Ceca, per finire in Sudamerica.

Come riporta 'Tuttosport', uno dei nomi più interessanti arriva dal Cibalia, in terra croata, e risponde al nome di Marko Dabro, che deve ancora compiere 16 anni, ma è già considerato un calciatore sopra la media, dotato di un ottimo fisico e buona agilità. Su di lui c'è anche l'interesse di Chelsea e Liverpool, la Juventus ha già fatto una prima offerta, rifiutata, di 600 mila euro. Sembre dalla Croazia un altro nome interessante è quello di Mateo Kovacic, diciottenne della Dinamo Zagabria inserito nella top 50 dei migliori giovani al mondo. Suo compagno di squadra, altrettanto considerato, è Alen Halilovic, seguito anche dagli osservatori di Manchester United e Real Madrid.

Con il supporto di Pavel Nedved sono stati già iniziati contatti con Roman Macek, esterno destro classe '97 dell'FC Fastav, che spiega il colloquio avuto con l'ex Pallone d'Oro: "Mi ha chiesto se avessi bisogno di qualcosa. Abbiamo parlato, è stato un bell’incontro. Ho assistito alla partita Juventus-Napoli. Il tifo è qualcosa di incredibile. È stata un’esperienza fantastica, la Juve è come una grande famiglia. C’è anche la scuola collegata con la struttura di allenamento, ci sono persone fantastiche, si mangia bene. Tutti mi hanno accolto benissimo".

Restando sul mercato dell'est la Juventus ha messo gli occhi anche in Serbia, dove spiccano i due gioielli del Partizan Belgrado. Uno è Lazar Markovic, che ha già impressionato tutti contro l'Inter in Europa League, l'altro è Aleksandar Mitrovic, anche se il primo sembra già essere indirizzato verso il Benfica.

Nell'Anderlecht la Juventus ha individuato Dennis Praet come possibile futuro campioncino, centrocampista del '94: su di lui c'è da battere la concorrenza del Milan. In Francia invece i bianconeri hanno già offerto un contratto al 17enne Zakarie Labidi, che avrebbe già accettato: il centrocampista offensivo è rientrato nel colloquio iniziato con i dirigenti del Lione per Lisandro Lopez.

Infine il capitolo Sudamerica, terra sempre fertile di nuovi talenti. Si prosegue nella trattativa per il centrale Matheus Doria del Botafogo, per il quale è stata fatta un'offerta di 4,2 milioni, per lui si è inserita anche la Roma. Ma il nome nuovo è quello di Nicolas Castillo, 19enne bomber della nazionale cilena under 20, tesserato per l'Universidad Catolica. In patria viene chiamato il 'nuovo Ibrahimovic' e, dopo l'interesse di Napoli, Udinese, Inter e Milan ecco che anche la Juventus piomba su di lui.

Secondo il 'Corriere dello Sport', oltre a Castillo la dirigenza juventina sta seguendo con forte interesse anche il difensore centrale Igor Lichnovsky, papà austriaco e nonno sloveno, con passaporto comunitario. Forte fisicamente e bravo nel gioco aereo, potrebbe essere già pronto per una nuova esperienza europea.

Sullo stesso argomento