thumbnail Ciao,

I nerazzurri attendono con ansia che l'olandese dia il suo ok al club turco, che sembra sicuro di chiudere l'affare. Moratti non è disposto a tollerare altri sgarbi.

Tra Sneijder e l'Inter siamo ormai alla guerra totale. L'olandese, da qualche giorno in trattative con il Galatasaray, ha chiesto ai nerazzurri una ricca buonuscita: 3 milioni, pari a sei mensilità. Ma il presidente Moratti è stato irremovibile: non se ne parla, sia per motivi economici che per i comportamenti del giocatore negli ultimi mesi, che non sarebbero stati esattamente da professionista secondo la società.

Poca vita da atleta e uso non autorizzato di Twitter (con relativo carico di multe): questi alcuni dei principali capi d'accusa rivolti dall'Inter al giocatore, che prima di dire sì ai turchi aspetta sempre offerte dalla Premier. Campionato da cui, peraltro, si è fatto vivo solo il Liverpool in maniera concreta, mentre le altre big paiono essersi defilate.

Ad Appiano sembrano essere tutti stufi di Sneijder, da Moratti a Stramaccioni: "Da allenatore dico che sia meglio per tutti che si vada in una direzione". Solo l'amico Chivu si è espresso in favore dell'olandese, facendo indirettamente un favore alla società, che teme che il giocatore possa intentare una causa per mobbing. Meglio, dunque, se qualcuno (in questo caso il rumeno) fa capire che il clima intorno a Wes non è poi così infernale.

In realtà, se non è infernale, è sicuramente all'insegna della freddezza pura. I nerazzurri sembrano intenzionati ad usare il pugno di ferro con il capriccioso giocatore. Meglio per tutti, davvero, se va al Galatasaray, disposto a spendere 7 milioni e mezzo per il suo cartellino e a versare al diretto interessato un ingaggio da 4,3 milioni più bonus.

"Aspetteremo Sneijder per altri 3-4 giorni, in ogni caso abbiamo delle alternative", ha spiegato il presidente Aysal. Nessuna fretta, ma forse è meglio se l'olandese non temporeggia troppo.

Sullo stesso argomento