thumbnail Ciao,

A fare da portavoce è il direttore sportivo Gianluca Petrachi: "Sansone? Mai messo sul mercato, ha molte richieste, ma non se ne andrà".

C'è grande fermento a Torino per la sessione di mercato invernale. La società granata è tra le più attive ma finora non ha ancora messo a segno alcun colpo. A parlare delle strategie piemontesi è stato Gianluca Petrachi che, ai microfoni di 'Radio Sportiva", ha voluto inizialmente fare un tuffo nel passato:

"Un colpo o un obiettivo che mi ha reso particolarmente orgoglioso? Ho anticipato un po´ i tempi. Nella prima esperienza di Pisa venni bollato come "il ds dei giocatori del prestito gratuito". Sono stato il primo, o uno dei primi, a sperimentare questa formula. Il marchio di fabbrica mi è rimasto dentro. Cerco sempre di avere creatività".

Il direttore sportivo ha, quindi, raccontato del legame con l'allenatore Giampiero Ventura: "Inizia da lontano. Non sono state tutte rose e fiori. Io nel ´93 giocavo a Venezia, e non eravamo molto amici. Ognuno aveva il proprio carattere, e tant´era".

"A Pisa - ha continuato Petrachi - ci siamo incontrati, abbiamo rischiato e da lì è ripartito il nostro rapporto e siamo diventati amici, prima non lo eravamo. E dalla Toscana adesso a Torino non abbiamo avuto dubbi a puntare su di lui. Riesce a migliorare i giocatori, a trarre il massimo".

E proprio il tecnico granata ha chiesto alla sua dirigenza di mettergli a disposizione un suo vecchio pupillo dai tempi del Bari, Paulo Barreto: "Non è automatico il suo passaggio al Torino. Lui deve prima rinnovare con l´Udinese e poi mettersi d´accordo con noi. Non è così scontato, ma mi aspetto che la cosa possa risolversi. Stiamo facendo uno sforzo economico, ha un ingaggio importante per i nostri parametri, non è un lavoro facile".

Sul fronte cessioni, invece, l'idea è quella di evitare lo smantellamento: "Il rinnovo di Bianchi come regalo? Dovrebbe farmelo lui! Noi portiamo avanti le nostre idee, senza grandi scossoni, in silenzio. Così come è accaduto per Ogbonna. Sansone? Mai messo sul mercato, ha molte richieste, ma non se ne andrà".

Sullo stesso argomento