thumbnail Ciao,

Da pista impossibile a reale strategia di mercato: Bianchi-Miccoli è uno scenario possibile, ma il Toro aggiunge allo scambio una richiesta di 4 milioni.

Rolando Bianchi-Fabrizio Miccoli. Lo scambio fra bandiere sembra ogni giorno più probabile. A muovere l’ago della bilancia c’è da un lato l’esigenza del Palermo di trovare, finalmente, qualcuno che possa risollevare il peggior attacco del campionato, e sul fronte del Torino c’è il tentativo di cedere un giocatore in scadenza a giugno riuscendo a mettere da parte anche qualche soldo da reinvestire.

Entrambi gli attaccanti sono in scadenza e possibili rinnovi di contratto non arriveranno: un nodo da sciogliere sarà sicuramente la richiesta, forse troppo pretenziosa, dei granata.

Scambio sì, ma i rosanero dovrebbero sborsare alle casse di Urbano Cairo anche 4 milioni. Tanti. Troppi, se si considera che fra pochi mesi il giocatore potrebbe essere ingaggiato a parametro zero e che Zamparini non potrà illudersi che un mero scambio di carte possa rivitalizzare il Palermo in zona goal.

L’agente di Miccoli, Francesco Caliandro, per ora preferisce buttare un po’ di acqua sul fuoco e smentire le presunte voci sibilline: “Smentisco qualsiasi tipo di accordo con il Torino”.

Parole rituali che ovviamente lasciano il tempo che trovano. Ma nella trattativa c’è almeno un altro fattore da considerare: Miccoli è anche un ex Juventus (con i bianconeri disputò in tutto 33 gare condite da 9 goal), come la prenderà la tifoseria granata?

Sullo stesso argomento