thumbnail Ciao,

Il patron rosanero ammette di essere preoccupato per il futuro della squadra, ma al tempo stesso si sforza di rimanere fiducioso. L'obiettivo è dribblare lo spettro della B...

Maurizio Zamparini sa cosa manca al suo Palermo, in piena crisi dopo l'ennesima sconfitta. "Ci vorrebbe un attaccante capace di aprire le difese avversarie", ha spiegato il patron rosanero, accorso al capezzale della squadra per spronarla a raggiungere una salvezza sempre più difficile.

"Miccoli non può fare la prima punta, non regge da solo il peso dell'attacco. Ci vorrebbero due giocatori per dare una mano là davanti", ha sottolineato Zamparini, che ha evidenziato gli sforzi della proprietà per correre ai ripari sul mercato.

"Siamo preoccupati ma fiduciosi, lavoriamo per migliorare la rosa. Abbiamo sempre giocato bene, sono positivo. Ho parlato con Gasperini, ci manca un attaccante di razza". E anche un portiere affidabile, a quanto pare: "Al nostro Ujkani non ha fatto bene sentire certe critiche. Sorrentino? Ci sta lavorando Lo Monaco".

Non è mancata, secondo il patron, anche una certa dose di sfortuna: "Ci sono stati errori grossolani, non puoi lasciare Amauri da solo all'ultimo minuto dopo che hai pareggiato. C'è da parlare anche dell'errore di Benussi, purtroppo siamo stati sfortunati".

La salvezza, ad ogni modo, non sembra una 'mission impossible': "Sono fiducioso, dopodomani sarò in città con la squadra per stare quanto più vicino ai ragazzi. La Serie B? Sono una persona ottimista, stiamo lavorando con Lo Monaco per migliorare questa squadra, ma se andiamo in B perdo 40 milioni di euro".

Sullo stesso argomento