thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato rossonero è convinto che la squadra con la politica che si sta adottando tra un po' di tempo potrà tornare ad essere tra le prime in classifica.

Il pareggio esterno contro la Sampdoria ha lasciato l'amaro in bocca in casa Milan. La conferma arriva anche ascoltando le parole dell'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, presente a Roma all'assemblea per l'elezione del presidente Abete.

"In questa stagione abbiam deciso di puntare sui giovani, lo dimostra l'attacco Under 20 che abbiamo schierato contro la Sampdoria. Anche i nostri tifosi sono ben consapevoli di questa situazione. I nostri conti sono a posto, in piena sintonia con quello che è il fairplay finanziario".

Il terzo posto non è un'ossessione, però ci si continua a pensare: "Nelle ultime 12 partite abbiamo viaggiato ad una buona media, dovessimo continuare in questo modo, con due punti a partita di media, potremmo anche rientrare nelle prime tre posizioni. Crediamo ancora nel terzo posto, non fossimo partiti ad handicap avremmo pure potuto lottare per la conquista dello scudetto".

Galliani ha poi proseguito, parlando anche del mercato di gennaio: "Il nostro obiettivo anche per i prossimi periodi sarà quello di puntare sui giovani. Anche nel mercato di gennaio cercheremo di acquistare giovani emergenti. Ho detto in passato che se fosse partito solamente Pato non sarebbe arrivato nessuno. Balotelli? Abbiamo cinque attaccanti per due-tre ruoli, credo che le cose possano rimanere così".

La conclusione è dedicata al tempo che servirà per tornare al vertice, che non sarà poco: "Ci servirà sicuramente un po' di tempo per tornare a primeggiare, ma sono sicuro che prima o poi ce la faremo". I famosi tre anni previsti dal progetto giovani...

Sullo stesso argomento