thumbnail Ciao,

Galatasaray e Moratti in pressing a tenaglia su Sneijder, altro che due settimane ancora per decidere... "Vogliamo una risposta entro stasera, sarebbe serio da parte sua"

Arriva una sorta di 'ultimatum' nei confronti dell'olandese sia da parte del club turco che della società nerazzurra. Ma lui spera in una opportunità 'last minute' in Premier...

Wesley Sneijder aveva fatto capire che se la voleva prendere comoda per decidere sul suo futuro, parlando di due settimane ancora mancanti al termine del mercato e della conseguente mancanza di urgenza nel dare una risposta a quel Galatasaray che allo stato attuale sembra l'unica squadra seriamente interessata al suo acquisto.

Un punto di vista ovviamente dettato dall'assoluta mancanza di convinzione da parte dell'olandese (e della moglie) nel trasferirsi ad Istanbul, nonchè dall'intima speranza che nel frattempo qualche sirena più prestigiosa e gradita cominciasse a farsi sentire anche dall'amata Premier League.

Ma se questi sono i ragionamenti del buon Wes, è meglio forse che si dia una mossa, visto che evidentemente i suoi progetti non possono collimare con le esigenze sia dell'Inter che del club turco, come si evince dalle dichiarazioni - curiosamente quasi identiche... - rilasciate in mattinata sia da Massimo Moratti che dal vicepresidente dal Galatasaray.

"Vogliamo da Sneijder una risposta entro stasera - ha detto il dirigente Arkan - Non possiamo aspettare ancora. C'è un ritardo nella trattativa ma sono positivo sull'affare. Il giocatore vuole il Galatasaray, ha accettato la nostra proposta, ma ora vuole parlarne con la famiglia, ma secondo me al 95% dirà di sì...".

Se tra le righe trapela la velata 'minaccia' di poter perdere la pazienza e mollare al suo destino l'indeciso olandese, lo stesso 'fastidio' - per usare un termine a lui caro - aleggia nelle parole pronunciate da Moratti all'esterno dei suoi uffici milanesi della Saras: "Una risposta entro sera da Sneijder? Sarebbe serio, ha ragione il vice presidente del Galatasaray. Se partirà chi arriverà? Vedremo. Io sblocco Schelotto? Son tutte cose che si dicono...".

"L'Inter è uscita dal momento negativo - ha continuato il numero uno nerazzurro parlando del momento della squadra - La partita col Pescara sembrava facile, ma c'erano tanti rischi. Certamente è stata importante per il morale. La Coppa Italia? E' importante per forza. Sarà affrontata seriamente. Cassano nervoso? Ne ho viste tante di queste cose, sono poco importanti...".

Sullo stesso argomento