thumbnail Ciao,

Il centrale del Cagliari è il preferito da Bigon, alle sue spalle il senese, Silvestre e Paletta. Intanto Vargas è un mistero: sul cileno sembra essere passato in vantaggio Gremio.

Giovedì 17 gennaio: è la data intorno alla quale ruota non soltanto il campionato del Napoli, ma anche il suo calciomercato. Gli azzurri attendono infatti per quella data la decisione della Corte di Giustizia Federale circa l'appello inoltrato dal club per riavere indietro i due punti di penalizzazione sanzionati per Scommessopoli e vedere annullata la squalifica di 6 mesi per Cannavaro e Grava.

Probabile che alla fine si vada verso una soluzione intermedia, con un solo punto di penalità e uno stop di 4 mesi per i due difensori, il che metterà comunque la società partenopea nella necessità di dover acquistare uno o due giocatori per la retroguardia.

Il preferito di Bigon resta il cagliaritano Astori, per il quale tuttavia Cellino non intende scendere da una richiesta importante (ecco perchè il nome dell'ex Milan resta piuttosto caldissimo per l'estate, quando sarà possibile pianificare investimenti importanti): alle sue spalle i vari Silvestre (Inter), Paletta (Parma) e soprattutto Neto.

Ma anche il difensore del Siena costa parecchio - Mezzaroma non arretra dalla valutazione di 8 milioni - e nelle ultime ore alle numerose pretendenti si è aggiunto anche il Genoa, che sta per cedere Granqvist e cerca un sostituto all'altezza.

Chiusura sul 'mistero' Vargas: il cileno sembrava ad un passo dal San Paolo, ed invece nelle ultime ore c'è stato il ribaltone a favore del Gremio. In ogni caso l'addio al Napoli è vicinissimo, anzi un arrivederci, visto che la formula della cessione sarà quella del prestito con diritto di riscatto oppure del prestito secco.

Sullo stesso argomento